Quotidiano Nazionale logo
8 mag 2022

Virtus Bologna Germani Brescia 79-57, chiusura in grande

Mercoledì la finale di EuroCup che vale una stagione, poi il via ai playoff 

filippo mazzoni
Sport
durante la partita di basket serie A1 Virtus Segafredo Bologna vs Germani Brescia - 08/05/2022 - FotoSchicchi
Virtus Segafredo - Germani Brescia (FotoSchicchi)

Bologna, 8 maggio 2022 – Tutto secondo copione alla Segafredo Arena dove la Virtus si riscatta del ko di Sassari, batte Brescia 79-57 e si prepara alla “madre di tutte le partite” quella di mercoledì sera contro Bursaspor.
Inutile sottolineare che la sfida contro Brescia ha rilevanza solo per le statistiche: Virtus già sicura del primo posto e Germani già terza, con il confronto non ha significato per entrambe.

La finale di EuroCup alle porte mercoledì sera in una Segafredo Arena già esaurita (un paio di centinai i biglietti ancora disponibili), consiglia alla Virtus di non rischiare nulla e fare turnover, dando ampio minutaggio a tutti i proprio elementi in rotazione.

Sergio Scariolo rinuncia a Shengelia e Teodosic lasciati a riposo, torna ad avere a disposizione Alibegovic e schiera Hackett, Cordiner, Weems, Hervey e Jaiteh nel suo starting - five. Brescia risponde con Laquintana, Moss, Petruccelli, Burns e Brown, con Magro che lascia a riposo Mitrou-Long.

La sfida è subito in mano dei bianconeri avanti 6-0 al 3’ con canestro di Weems e il gioco da 4 di Cordiner. I bianconeri allungano 11-2 al 5’, mentre la successiva tripla di Pajola costringe Magro a chiedere tempo sul 14-2 dopo 6’. Il tramortifero parziale bianconero si chiude sul 18-2 al 7’: si sveglia dal torpore iniziale anche Brescia che nel finale di primo quarto riduce lo scarto fino al 22-11 con cui si chiude la prima frazione.

Alla ripresa del gioco la sfida stenta a decollare. Scariolo al 15’ chiama tempo sul 32-21 cercando di scuotere i suoi. Il timeout ha effetto con la Virtus che infila un parziale di 7-0 toccando poi il massimo vantaggio, +18, all’intervallo sul 42-24.

Ad inizio ripresa pronti via e la Virtus perde Sampson per una botta che non dovrebbe pregiudicarne la presenza mercoledì.
La sfida continua a strappi, con le squadre che si affrontano a ritmi tutt’altro che forsennati. Il ritorno di Belinelli in campo coincide col massimo vantaggio bianconero, +25 sul 68-43 proprio a fil di sirena di fine terzo parziale.
Nell’ultimo quarto la partita è poco più di un allenamento con le due squadre impegnate a segnare ma anche a non farsi male fino alla sirena conclusiva che decreta la vittoria bianconera.

Il tabellino

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 79
GERMANI BRESCIA 57
VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Hackett 3, Cordiner 8, Weems 8, Hervey 6, Jaiteh 9; Belinelli 16, Sampson 2, Mannion 6, Pajola 5, Alibegovic 7, Tessitori 9, Ruzzier. All. Scariolo.
GERMANI BRESCIA: Laquintana 11, Petruccelli 4, Moss 6, Burns 5, Brown 4; Cobbins 5, Parrillo 8, Moore 7, Gabriel 5, Mobio, Eboua 2, Della Valle ne. All. Magro.
Arbitri: Giovannetti, Ryzhyk, Dori.
Note: parziali 22-11, 42-24, 68-43.
Tiri da due: Virtus 18/36; Brescia 20/45. Tiri da tre: 9/18; 3/28. Tiri liberi: 16/23; 8/18. Rimbalzi: 48; 34.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?