Il ritorno di Fontecchio alla Virtus divide i tifosi (foto Ciamillo)
Il ritorno di Fontecchio alla Virtus divide i tifosi (foto Ciamillo)

Bologna, 17 luglio 2019 – Manca solo l'annuncio per ufficializzare il ritorno in Virtus di Simone Fontecchio. 24 anni, alto 203 cm, l’ala pescarese dopo tre anni a Milano torna in bianconero. L'esperienza con l'Olimpia è stata tutt'altro che facile per Fontecchio che non ha trovato spazio nel club meneghini, tanto che dopo un anno, l'anno scorso era stato spedito in prestito a Cremona, per poi ritornare l'anno scorso, ma sempre con minutaggio e presenze molto limitate, a Milano

Fontecchio non fa però parte del nuovo progetto tecnico milanese di Ettore Messina ed ecco che allora l'Olimpia ha deciso di uscire dal contratto, versando la clausola rescissoria di 50mila euro. Tornato libero sul mercato ed esclusa la possibilità di poter arrivare ad un altro cavallo di ritorno, Moraschini, destinato proprio a Milano, la Virtus ha deciso quindi di mettere sotto contratto, con accordo biennale, Fontecchio. Società decisa, ma piazza divisa per il ritorno di Fontecchio cresciuto proprio in Virtus. A tanti tifosi non è piaciuto come le parti si siano lasciate 3 anni fa, al momento della retrocessione in A2 dei bianconeri. 

Djordjevic e la Virtus sembrano invece puntare molto su Fontecchio, tanto che con l'arrivo dell'ala, potrebbero cambiare le strategie di mercato in corso d'opera virando verso il 5 + 5 e arrivando quindi a tesserare 7 atleti italiani senior. Se invece non fosse così e la Virtus volesse rimanere al 6 + 6, allora l'elemento italiano in più a rotazione dovrebbe finire in tribuna.

Sul fronte mercato, in attesa del tanto agognato Top Player per il quale la società ha chiesto altri 10 giorni di tempo, in casa Virtus si lavora per portare al PalaDozza il play sloveno Aleksej Nikolic attualmente sotto contratto con il Partizan Belgrado.