Quotidiano Nazionale logo
10 apr 2022

Virtus Bologna Milano 83-65, Jaiteh, Weems e Cordinier fanno la differenza

In una Segafredo Arena da quasi tutto esaurito la formazione di Sergio Scariolo supera l’incerottata Armani

filippo mazzoni
Sport
featured image
Kyle Weems, per lui diciotto punti

Bologna, 10 aprile 2022 – La Virtus batte Milano e mette una serissima ipoteca sul primo posto. Bella prestazione sui due lati del campo per le Vu Nere che galvanizzate dal buon momento di forma e spinte dal proprio pubblico battono 83-65 l’AIX Armani Exchange Milano. Nella splendida cornice della Segafredo Arena per la prima volta al 100 per 100, la formazione di Sergio Scariolo, spinta dal suo pubblico numeroso e caloroso, prova ad assestare il colpo del ko che potrebbe voler dire primo posto al termine della regular season.

Gran tifo ma anche un momento di grande solidarietà sulle tribune e sul parquet del PalaFiera con 1 minuto di assoluto e sentitissimo silenzio in ricordo del giovane Marco Lelli Ricci, giovane cestista scomparso in un incidente stradale una settimana fa.
Scariolo si affida a Hackett, Cordinier, Weems, Shengelia e Jaiteh, dall’altra parte Messina, senza 7 elementi a disposizione si affida in avvio a Delaney, Hall, Alviti, Melli e Hines.

Inizio equilibrato con grande fisicità e Virtus che ben presto va in bonus falli. Milano si porta così avanti 6-12. La Vu Nera alza ancor di più il tono della propria difesa e con un parziale di 16-1 si porta avanti 22-13 al 9’.
Le triple riportano Milano in perfetta parità con Scariolo che chiama tempo sul 27-27. Teodosic però segna e fa segnare e i bolognesi mantengono un piccolo ma importante vantaggio, che va allungandosi nel finale di tempo. Weems, Jaiteh e Condinier infilano i canestri che mandano la Virtus avanti 42-32 al 18’, primo vantaggio in doppia cifra della sfida.
All’intervallo Segafredo sopra 46-34.

La ripresa dei bianconeri si apre con tripla di Weems e con la Virtus che mette più energia di Milano allungando e toccando il +24 sul 71-47 del 29’.
L’inerzia è tutta per la Virtus, con Milano che prova a rimanere attaccata al match, ma Pajola e Teodisic continuano a dispensare assist, Cordiner, Jaiteh, Weems e Shengelia a trovare la via dei canestri.
L’ultimo quarto è pura formalità con i ritmi che si abbassano, la Virtus che controlla senza troppi affanni e porta a casa vittoria e primato in classifica consolidato.

Virtus Bologna Milano 83-65, il tabellino


VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Hackett 4, Cordinier 18, Weems 18, Shengelia 10, Jaiteh 18; Tessitori, Mannion ne, Pajola 2, Alibegovic, Hervey 4, Ruzzier ne, Teodosic 9. All. Scariolo.
AIX ARMANI EXCHANGE MILANO: Delaney 1, Hall 7, Alviti, Melli 10, Hines 9; Miccoli ne, Grant 6, Leoni ne, Tarczewski, Ricci 5, Baldasso 12, Beltil 15. All. Messina.
ARBITRI: Paternicò, Mazzoni, Giovannetti.
NOTE: parziali 22-16, 46-34, 71-47.
TIRI DA DUE: Virtus 23/40; Milano 24/36. Tiri da tre: 5/16; 11/38. Tiri liberi: 22/22; 4/5. Rimbalzi: 46; 30.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?