Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
16 apr 2022

Pesaro Virtus Bologna 77-96: tredicesima vittoria di fila per i bianconeri

La formazione di Scariolo passa anche in casa dei marchigiani e consolida il primo posto. Top scorer Mannion con 18 punti

16 apr 2022
filippo mazzoni
Sport
Niccolo Mannion
Carpegna Prosciutto Pesaro - Segafredo Virtus Bologna
Legabasket LBA Serie A UnipolSai 2021-2022
Pesaro, 16/04/2022
Foto B.Costantini / Ciamillo-Castoria
Nico Mannion, top scorer del match
Niccolo Mannion
Carpegna Prosciutto Pesaro - Segafredo Virtus Bologna
Legabasket LBA Serie A UnipolSai 2021-2022
Pesaro, 16/04/2022
Foto B.Costantini / Ciamillo-Castoria
Nico Mannion, top scorer del match

Bologna, 16 aprile 2022 – La Virtus Segafredo batte a domicilio anche la Carpegna Prosciutto Pesaro per 77-96 e consolida il primato in classifica. Alla Vitrifrigo Arena la formazione di Sergio Scariolo consolida il primato con la tredicesima vittoria consecutiva. I bianconeri a tratti si confermano inarrestabili in attacco e perfetti in difesa, anche se con qualche pausa di troppo che permette a Pesaro di tenere botta e rimanere in scia fino all’intervallo.

Torna Jaiteh a riposo contro Trento, ma torna soprattutto capitan Marco Belinelli, finalmente al suo rientro tra i dodici, dopo l’infortunio che lo ha tenuto fuori 1 mese. Tra i bianconeri manca invece Cordinier out per il problema alla spalla sinistra e costretto a saltare anche la sfida di EuroCup di mercoledì col Lietkabelis. In avvio Scariolo, ex della sfida, si affida ad Hackett, Teodosic, Weems, Shengelia e Jaiteh.

Ritmo alto e punteggio che va di conseguenza, grazie alle tante triple messe a segno dall’una e dall’altra parte. Tra i bianconeri l’assoluto protagonista è Milos Teodosic che infila 4 triple di fila segnando già nel primo quarto 12 punti. Al primo stop Pesaro è avanti 24-23 con massimo vantaggio da una parte e dall’altra al massimo di 5 lunghezze. La sfida prende l’inerzia bianconera ad inizio secondo parziale con i bianconeri che infilano un parziale di 0-11, con Jaiteh immarcabile per i lunghi pesaresi e Banchi costretto a chiedere tempo.

Parziale arriva fino allo 0-14 con Pesaro che segna il primo canestro dopo 5’30” di niente per il 26-37 temporaneo. I bianconeri toccano il massimo vantaggio sul +14, 26-40 al 17’, ma la troppa frenesia nel finale di quarto permette a Pesaro di riavvicinarsi. All’intervallo Virtus avanti 37-43. Nella ripresa arriva la seconda accelerata bianconera con un break di 0-8, siglato da Shengelia e Hackett per il 37-51 che costringe, già al 22’ Banchi a chiedere tempo. Sono proprio i due ex Cska a siglare l’allungo decisivo delle Vu Nere che al 25’ toccano il massimo vantaggio, +21, sul 42-63. Al 30’ Virtus in controllo sul 50-70.

Pesaro è viva, sfrutta il momento down bianconero e infila un break di 12-0 che la riporta a -10 sul 60-70 al 32’. Nel momento di maggiore difficoltà nella ripresa la Virtus risponde con un controbrek di 0-11 propiziato da un eccellente Nico Mannion che dopo aver sonnecchiato diventa grandissimo protagonista. Al 25’ Vu Nere avanti 60-81. Nel finale torna a segnare anche Belinelli: un buon viatico in vista delle prossime fondamentali sfide che vedranno la Virtus scendere in campo in campionato ed EuroCup.

Il tabellino

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO 77
VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 96

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO: Moretti 15, Delfino 18, Mejeris 9, Demetrio 6, Jones 12; Tambone, Lamb 9, Zanotti 6, Stazzonelli 2, Dia ne. All. Banchi.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Hackett 13, Teodosic 12, Weems 2, Shengelia 12, Jaiteh 11; Sampson, Mannion 18, Belinelli 8, Pajola 2, Hervey 5, Tessitori, Alibegovic 2. All. Scariolo

Arbitri: Lo Guzzo, Bartoli, Noci.

Note: parziale 24-23, 37-43, 50-70.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?