\ virtus bologna TRIESTE Kevin Punter

Bologna, 20 gennaio 2019  - Continua il Magic Moment della Virtus Segafredo (FOTO) che, nella prima giornata di ritorno batte 82-74 l’Alma Trieste. Successo frutto dell’ottima difesa e della solita vena realizzativa di Punter quello centrato dai bianconeri ma anche della doppia-doppia di Kravic (11 punti e 10 rimbalzi) e Moreira (10 punti e 12 rimbalzi) e della grande energia di Martin. Sacripanti, che deve rinunciare a Cournooh, lascia in tribuna Qvale e schiera in quintetto Taylor, Punter, Aradori, M’Baye e Moreira, alla sua prima al PalaDozza. Sul fronte giuliano, Dalmasson invece si affida in avvio a Dragic, Wright, Sanders, Peric e Knox. Inizio di sfida punto a punto, il primo vantaggio significativo lo mette a segno Trieste, portandosi avanti sul +4, al 6’ sul 11-7.

VIRTUS TRIESTE_36394140_190940

Due falli in rapida successione prima di Taylor e poi Moreira, costringono i due giocatori a lunghi minuti di panchina, ma Sacripanti ha ottime risposte da chi entra. Con Martin e Cappelletti in campo la Virtus alza ancor di più il proprio livello difensivo e trova il primo vantaggio al 9’ sulla schiacciata proprio di Martin. La Virtus allunga e il canestro di Cappelletti, in apertura di secondo quarto, lancia la Virtus avanti 19-13.

Trieste si conferma però squadra solida rimanendo sempre attaccata al match. Le difese e l’aggressività hanno spesso la meglio sugli attacchi. Bologna prova a riscappare sul 27-21, ma l’ex Fortitudo Knox e Peric ricuciono le distanze e costringono Sacripanti a chiedere tempo, sul 27-25 al 16’. Nel finale ancora le giocate difensive di Pajola e la bomba di Punter lanciano la Virtus sul +8 (fino a quel momento massimo vantaggio) sul 35-27, con cui le squadre vanno all’intervallo. L’inerzia non cambia al ritorno in campo. Virtus avanti per la prima volta di 10 sul canestro di Punter per 41-31 al 22’, ritoccato poi sul +14 da Moreira e M’Baye sul 50-36 al 25’. Punter inizia a bersagliare dalla lunga distanza e la Virtus vola sul +20, 61-41 al 29’, con Trieste che continua a soffrire terribilmente l’ottima difesa bianconera.

La quarta tripla di un tarantolato Punter lanciano la Virtus addirittura sul +21 di fine terzo quarto. Il recupero e schiacciata di Baldi Rossi ad inizio ultimo parziale fa toccare ai bianconeri il +23 massimo vantaggio, sul 70-47 al 32’. Trieste prova l’ultimo disperato tentativo di rimonta mettendo grande pressione e trovando veloci conclusioni in attacco. Al 35’ Virtus avanti 72-57. Il vantaggio dei bianconeri si assottiglia ma non va mai sotto i 9 punti di vantaggio (minimo sul 77-68), ma nel finale i bianconeri controllo e incassano 2 punti pesanti. Non c’è però nemmeno il tempo di godersi la vittoria con Trieste, mercoledì la Virtus tornerà infatti in campo in Champions League, al PalaDozza alle 20.30 contro i turchi del Besiktas.

 

Il tabellino

Virtus Segafredo Bologna 82

Alma Trieste 74

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Punter 23, Martin 8, Moreira 10, Pajola 1, Taylor 5, Baldi Rossi 5, Cappelletti 2, Kravic 11, Venturoli ne, Aradori 5, Berti ne, M’Baye 12. All. Sacripanti.

ALMA TRIESTE: Coronica ne, Peric 9, Fernandez 12, Wright 5, Strautins 9, Cavaliero 13, Da Ros, Sanders 4, Knox 6, Dragic 4, Mosley 12, Cittadini. All. Dalmasson.

Arbitri: Mazzoni, Giovanneti, Calbucci.

Note: parziali 17-13, 35-27, 66-45.

Tiri da due: Virtus 22/44; Trieste 20/40. Tiri da tre: 7/18; 9/23. Tiri liberi: 17/24; 7/17. Rimbalzi: 40; 33.