Quotidiano Nazionale logo
4 mag 2022

Valencia Virtus Bologna 73-83 in Eurocup: conquistata la finale

I bianconeri ottengono l’accesso alla finalissima, grazie a una partita strepitosa

filippo mazzoni
Sport
featured image
La Virtus conquista la finale di Eurocup

Valencia (Spagna), 4 maggio 2022 – Una strepitosa Virtus passa a Valencia e si conquista la finale di EuroCup. A La Fonteta la formazione di Sergio Scariolo passa 73-83 al termine di una prestazione straordinaria confermando la potenzialità di una squadra che a questo punto è ad un passo dal traguardo della vittoria della competizione e dell’accesso alla prossima EuroLega.
Tra una settimana i bianconeri ospiteranno alla Segafredo Arena i turchi del Bursaspor, nell'atto conclusivo della finalissima.

E' stata una vittoria meritatissima per le Vu Nere sempre avanti nel punteggio e capaci di tenere al tentativo di rimonta degli spagnoli. Scariolo prova ad allungare le proprie rotazione e a coinvolgere di più Hervey schierandolo in quintetto con Hackett, Teodosic, Weems e Jaiteh.
Inizio di sfida è equilibrata. Il primo mini-allungo è di Valencia avanti 16-11 al 5’ con Lopez-Arostegui, in grande evidenza. La replica della Virtus è immediata e la formazione di Scariolo infila un controbreak con Shengelia, un ottimo Belinelli e Cordinier volando avanti 19-27 al 10’.
L’inerzia della sfida è a favore delle Vu Nere, seguite a La Fonteta da tanti tifosi: Weems, Shengelia e Teodosic fanno allunga la Virtus avanti sul +13 29-41 al 15’. I bianconeri toccano il massimo vantaggio sul 34-48 prima di chiudere sopra 38-50 all’intervallo.

La ripresa iniziano con 2 canestri dal campo e poi 2 falli consecutivi che tolgono Jaiteh, giunto al quarto personale, quasi subito dalla partita.
Ci pensa ancora Teodosic con una tripla a bloccare il tentativo di rimonta del Valencia, ma l’inerzia è cambiata con il Pamesa che riduce man mano le distanze. Al 30’ Virtus avanti ma solo 57-62.
Nell'ultimo quarto Valencia si riporta subito a -3 sul 61-64 con la tripla nell’angolo di Labeyrie. La Virtus si affida all’esperienza di Belinelli che segna e mette in movimento Sampson per il 63-71 parziale del 34’.
Torna Hackett che con una tripla e uno sfondamento preso dà quella che forse è la sterzata definita al match. Il canestro in contropiede di Cordinier al 35’ vale il 63-76 sul +13.
La schiacciata di Sampson servito da uno straordinario Shengelia è la ciliegina sulla torta per il +12, 67-79 a 1’42” dalla fine.
Il Valencia si arrende e la Virtus trionfa nel tripudio dei propri tifosi.
In finale la Virtus sfiderà come detto il Bursaspor che si è confermato squadra in straordinario momento di forma, capace di passare, dopo Belgrado e Lubiana, anche in casa di Andorra dove si è imposto 68-85.

Daniel Hackett contro il Valencia basket club
Daniel Hackett contro il Valencia basket club

Il tabellino

PAMESA VALENCIA 73
VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 83
PAMESA VALENCIA: Hermannsson 5, Claver 3, Lopez-Arostegui 16, Rivero 17, Tobey 4; Van Rossom 9, Dimitriejvic 6, Puerto, Pradilla, Dubljevic 2, Labeyrie 11, Ferrando. All. Penarroya.
VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Hackett 8, Teodosic 12, Weems 8, Hervey 4, Jaiteh 6; Belinelli 14, Shengelia 15, Sampson 10, Pajola, Cordinier 6, Tessitori ne, Mannion ne. All. Scariolo.
Arbitri: Javor, Vilius, Nikolic.
Note: parziali 19-27, 38-50, 57-62.
Tiri da due: Valencia 15/33; Virtus 29/42. Tiri da tre: 8/28; 5/23. Tiri liberi: 19/26; 10/16. Rimbalzi: 39; 36.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?