Virtus Bologna campione d'Italia di basket (FotoSchicchi)
Virtus Bologna campione d'Italia di basket (FotoSchicchi)

Bologna, 11 giugno 2021 – Bologna, 11 giugno 2021 – Trionfo bianconero. La Virtus Segafredo Bologna è campione d’Italia. In una gara-4 per trequarti in grande equilibrio la formazione di Aleksandar Djordjevic batte 73-62 l’Armani Milano e si laurea con sonoro 4-0 campione.

Un’attesa lunga 20 anni per i bianconeri che festeggiano il loro 16° scudetto. Non c’è più l’avvocato Porelli, non c’è più Alberto Bucci, che da lassù staranno festeggiando, ma c’è una Virtus e un popolo bianconero che ha voluto festeggiare, uno splendida, incredibile, straordinaria cavalcata.

Gara-4 si comincia con gli stessi 12 per Virtus con Djordjevic che privo ovviamente di Tessitori si affida alla stessa formazione che si è imposta nelle precedenti partita. Dall’altra parte Messina ruota ancora i suoi stranieri, alla ricerca di un equilibrio finora mai trovato, rilanciando Leday e rinunciando, oltre all’infortunato Delaney anche a Roll e Tarczewski.

L’atmosfera si va man mano riscaldando con l’arrivo del pubblico e il pathos aumenta all’interno della Segafredo Arena. All’ingresso delle squadre in campo è un’acclamazione per Ricci e compagni, tributo che viene poi ripetuto all’arrivo del patron bianconero Massimo Zanetti a pochi minuti dalla palla a due.



La Virtus riceve la Turrita d'argentoTifosi in delirio in piazza: esplode la festa

Virtus Bologna - Olimpia Milano in gara-4 della finale scudetto (FotoSchicchi)

Djordievic si affida a Markovic, Abass, Weems, Ricci e Gamble, mentre dall’altra parte Messina risponde con Rodriguez, Shields, Datome, Leday e Hines,

Cinque punti di fila di Markovic lanciano la Virtus, ma Milano rispondono con Hines e Shields e la sfida è subito intensa. Djordjevic dopo 4’ butta nella mischia anche Pajola e Teodosic.



Cinque punti di Datome in pochi secondi lanciano Milano avanti 9-15 al 5’, con la Virtus già in bonus e Milano ancora a 0 falli commessi. Due liberi di Rodriguez allungano ancora il parziale Olimpia sul 9-17. Hunter e tripla di Pajola e una difesa efficace riportano la Virtus a -3 con un parziale di 5-0 a cui però risponde Punter per il 14-22. Tripla di Weems, risposta di Punter, punto esclamativo di Alibegovic e al primo stop Milano è avanti 19-24.

Le pagelle dello scudetto - Virtus, 75 anni di successi

Il secondo quarto si apre con la tripla di Cinciarini. Belinelli, Alibegovic e Pajola infiammano la Segafredo Arena e la Virtus torna a -2. Con Messina costretto a chiudere tempo già al 12’.
Si alza il tono difensivo bianconero mentre in attacco Alibegovic porta a scuola in post Hines e la tripla di Weems ribalta il punteggio sul 30-27 con Hunter che subito dopo infila il 32-27.

La sfida continua tra break e contro break. Datome trova continuità in attacco e l’Olimpia infila un parziale 0-7. Tripla di Belinelli, gioco 3-1, primo libero della partita, ancora del Beli valgono il 39-38 bianconero al 18’, ma all’intervallo Milano è avanti 41-43.

In un primo tempo dal grande equilibrio a colpire è anche il dato dei liberi con la statistica che recita Milano 15 tentativi, Virtus appena 5.

La ripresa inizia con la tripla di Weems. La Segafredo Arena trascina la squadra e la squadra trascina la Segafredo. Hines trova un paio di canestri che però tengono in scia Milano, ma la Virtus gioca di squadra in attacco, difende con ferocia agonistica e tiene in mano l’inerzia della sfida. Al 26’ bianconeri avanti 52-48. I rimbalzi offensivi tengono però Milano in partita. All’ultimo stop Virtus avanti 55-51 sulla tripla a fil di sirena di Teodosic.

Sulle tribune si alzano i cori incessanti dei tifosi bianconeri e la tripla di Belinelli al 31’ che porta la Virtus avanti 58-51 ne è la logica prosecuzione in campo. L’orgoglio porta Milano a tornare in scia sul -2 58-56, con Hines e Rodriguez. La tripla di Belinelli e la schiacciata in contropiede di Hunter ricaccia l’Armani nel baratro sul 63-56 al 34’.



La tripla di Kyle Weems a 4’24” dalla fine consente alla Virtus di trovare in primo vantaggio in doppia cifra 66-56. Nell’Armani, Shields è l’ultimo ad arrendersi, ma Markovic non perdona e la tripla di Ricci per il 71-60 a 1’24” appunta lo scudetto sulle maglie della Virtus.

Milano si arrende e finisce 73-62 con il trionfo bianconero e l’invasione di un pubblico che Covid-19 o no ha invaso il parquet della Segafredo Arena per festeggiare il 16° scudetto arrivato dopo 20 anni.

false

Tabellino Virtus Bologna Olimpia Milano. Gara 4 finisce 73-62

Virtus Segafredo Bologna 73
AX Armani Milano 62

Virtus Segafredo Bologna: Markovic 7, Abass 2, Weems 14, Ricci 5, Gamble; Belinelli 15, Teodosic 10, Pajola 8, Hunter 6, Alibegovic 6, Adams ne, Nikolic ne. All.: Djordjevic.
AX Armani Milano: Rodriguez 8, Shields 16, Datome 10, Leday 2, Hines 10; Micov, Brooks, Punter 11, Biligha, Moraschini, Cinciarini 5, Wojciechowski. All. Messina.
Arbitri: Mazzoni, Martolini, Borgioni.
Note: parziali 19-24, 41-43, 55-51.
Tiri da due: Virtus 15/38; Milano 15/31. Tiri da tre: 12/32; 5/21. Tiri liberi: 7/9; 17/21: Rimbalzi: 35; 42.



Djordjevic: "Orgoglioso della mia squadra"

Si prova "tanto orgoglio. È il primo passo, spero, per giocare sempre queste finali, giocare per i titoli . È per cose come queste che stiamo lavorando da due anni". Così, al microfono di Rai Sport, l'allenatore della Virtus Bologna, Sasha Djordjevic. Quanto al futuro, ha osservato, "non so niente. In questo momento lasciatemi toccare la coppa" che celebra la vittoria del campionato. Questo successo, ha proseguito, «lo dedico a tutti i tifosi, non solo i nostri, a tutti quelli che hanno perso un anno di basket. Poi - ha argomentato ancora il coach serbo - lo voglio dedicare a tutti i miei ragazzi che mi hanno sentito urlare, cercando di non farli mollare mai un attimo. Senza di loro non sarebbe successo niente, ho avuto un grandissimo staff che è stato speciale. Ce l'abbiamo messa tutta - ha concluso Djordjevic - ce lo siamo cercato questo scudetto".

Zanetti: "Scudetto bellissimo, incredibile"

Acclamato dalla folle della Segafredo Arena, Massimo Zanetti è raggiate a bordo campo. “Una festa per la squadra e per questa città che è sempre stata BasketCity. Stasera c’era un pubblico davvero meraviglioso. Ma in un momento così bello, voglio fare una decida speciale ad Alberto Bucci, se sono qui alla Virtus è grazie a lui. Lo scudetto? Bellissimo, davvero incredibile, avevamo detto che lo avremmo raggiunto in 5 anni, ci siamo arrivati un anno primo. E adesso? L’obiettivo è EuroLega e faremo squadra ancora più forte per arrivarci”.

La serie della finale scudetto

Gara 1 - Sabato 5 giugno ore 20.45 Forum di Assago
A|X Armani Exchange Milano – Virtus Segafredo Bologna 77-83

Gara 2 - Lunedì 7 giugno ore 20.45 Forum di Assago
Milano – Virtus Bologna 72-83

Gara 3 - Mercoledì 9 giugno ore 20.45 Segafredo Arena
Virtus Bologna – Milano 76-58

Gara 4 - Venerdì 11 giugno ore 19 Segafredo Arena
Virtus Bologna – Milano 73-62