La presentazione di Vince Hunter (Ciamillo)
La presentazione di Vince Hunter (Ciamillo)

Bologna 14 agosto 2019 – Sono giorni intensi tra lavoro in palestra, presentazioni dei nuovi arrivati e programmazioni per il futuro, in casa Virtus Segafredo. Anche oggi, così come ieri, la squadra è chiamata ad un duro e intenso doppio allenamento al PalaDozza agli ordini di Goran Bjedov, assistente di Sasha Djordjevic, chiamato a dirigere gli allenamenti vista l’assenza del coach serbo impegnato con la sua nazionale.

La squadra già da domani partirà per il ritiro in Valchiavenna, dove si uniranno al gruppo anche Stefan Markovic e Julian Gamble; ritiro che si concluderà con l’amichevole con Cantù, appuntamento in programma al Palamaloggia di Chiavenna sabato 24 agosto alle 18.

Oggi intanto è stato presentato alla stampa Vince Hunter, ala forte, ma all’occorrenza anche centro della Virtus. “Non ho ancora avuto tanto tempo di ambientarmi, sono qua da pochi giorni, la gente mi ha accolto molto bene”. 
Quanto è contato l’allenatore nella sua scelta?

“Sicuramente Djordjevic ha avuto una grossa importanza, abbiamo parlato a lungo. Ho giocato per lui in Grecia, poi l’ho incontrato casualmente in ascensore ad Anversa durante le Final Eight, quando mi hanno premiato come miglior giocatore, e lui mi ha dato appuntamento a Bologna”.

Tanto talento e un elemento di grande esperienza come Teodosic, che Virtus vede Hunter?

“Siamo una squadra importante, con collanti come Teodosic e Gaines. Io cercherò di dare il mio contributo. Il mio ruolo? Non ho grossi problemi, mi trovo bene sia come 4 che come 5. Negli Stati Uniti ho fatto anche il 3”.

La Virtus continua a monitorare la situazione fisica di Milos Teodosic. Dopo i controlli di domenica e lunedì a Bologna, il capitano della Serbia è rientrato a Belgrado dove si sta sottoponendo a terapie per cercare di risolvere il problema alla Fascia Plantare e quindi poter disputare i mondiali in programma in Cina.

Vista la situazione fisica della stella serba, la Virtus non esclude di ingaggiare un play, a gettone, qualora il recupero dalla fascite plantare del giocatore serbo dovesse andare per le lunghe. Attualmente invece il club bianconero non è intenzionato a sostituire Pietro Aradori, per cui al suo posto verrà tesserato come professionista un giocatore in uscita dal settore giovanile.

Definiti infine anche i numeri di maglia della stagione bianconera: Gaines (0), Pajola (6), Baldi Rossi (8), Markovic (9), Ricci (11), Cournooh (25), Hunter (32), Weems (34), Nikolic (35), Teodosic (44), Gamble (45).