Papa Francesco in piazza San Domenico (Ansa)
Papa Francesco in piazza San Domenico (Ansa)

Bologna, 1 ottobre 2017 - "Non accontentatevi di piccoli sogni, ma sognate i grande". Così Papa Francesco agli studenti che lo hanno accolto in piazza San Domenico. "L'università è chiamata a ricercare ciò che unisce. Bologna, crocevia secolare di incontri, di confronto e relazioni, culla del progetto Erasmus, possa coltivare sempre questa vocazione". 

Il pontefice in piazza San Domenico è stato accolto da una folla composta per lo più da studenti e accademici. Prima si è fermato nella basilica, in cui ha pregato per qualche minuto sulla tomba di San Domenico, poi si è diretto sul palco allestito per l'occasione. Qui, ad attenderlo, il rettore dell'Università di Bologna Francesco Ubertini e un rappresentante degli studenti, il membro del Consiglio studentesco Davide Leardini, che hanno tenuto un breve discorso. Poi, è stato il turno del pontefice di intervenire, invitando il mondo universitario a essere aperto, senza paura, sempre pronto ad accogliere il prossimo. 

image

Al termine dell'incontro il rettore Ubertini ha donato al papa il Sigillum Magnum dell'Università, massima onoreficenza accademica dell'Alma Mater, alla presenza anche del ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli. Lo hanno ricevuto in passato  il premio Nobel per la pace Shimon Peres, i presidenti della Commissione Europea Jacques Delors e Jean-Claude Juncker, lo scienziato Rudolf Emil Kalman, il presidente dell’Alleanza cooperativa internazionale Ivano Barberini, il poeta Tonino Guerra, il cancelliere tedesco Helmut Kohl, l'imprenditrice Isabella Seragnoli, lo sceicco Nasser Al-Mohammed Al-Ahmed Al-Jaber Al-Sabah, l'ex primo ministro Romano Prodi, il professor Umberto Eco, l'ex presidente della Repubblica del Cile Ricardo Lagos Escobar e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.