L'Inter con lo striscione in memoria di Donato Svezia
L'Inter con lo striscione in memoria di Donato Svezia

La quarta edizione di We Love Football Trofeo Despar non poteva cominciare in maniera migliore. Il sole, il grande pubblico e una pioggia di gol hanno fatto da cornice alla giornata inaugurale di questo torneo internazionale under 15 che porta squadre da tutto il mondo a Bologna e dintorni. Tre i campi di gara: Castenaso, Corticella e Monte San Pietro. Il meglio del calcio giovanile nella settimana di Pasqua.

La dotta sarà capitale e ombelico del mondo fino a lunedì, giorno di Pasquetta, quando si giocheranno le finali allo stadio Dall’Ara. Nel tempio del calcio felsineo le due finaliste si contenderanno il trofeo di questa quarta edizione di We Love Football, la kermesse ideata e organizzata dall’ex calciatore Marco Antonio De Marchi. Nella giornata inaugurale, prima di ogni incontro, è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare i calciatori del Flamengo morti a causa di un incendio qualche mese fa. A Castenaso, inoltre, è stato ricordato Donato Svezia, poliziotto tifoso dell’Inter. Prima della sfida con la Spal, infatti, i giocatori interisti hanno esposto uno striscione: “Donato Svezia sarai sempre nei cuori nerazzurri”.

Venendo al campo, sono state tante le sorprese in questa prima giornata. Nel girone A il Parma ha battuto 2-0 il Palmeiras grazie a una doppietta di Saponara, mentre l'Inter ha ceduto di misura alla Spal in virtù della rete di Zuberek. Con lo stesso risultato il Sassuolo ha beffato all’ultimo minuto la Roma (1-0), inserite nel girone C insieme a Lokomotiva Zagabria e Montreal Impact, che hanno dato vita all'unico 0-0 di giornata. Nel girone B parte male l'avventura delle due italiane: la B Italia lascia i tre punti all’Atletico Mineiro, vittorioso per 2-0 con un gol per tempo, mentre l'Atalanta si fa sorprendere dagli americani del Weston che si impongono 3-2. Infine, nel girone D, si registra la prima vittoria assoluta a We Love Football da parte dei giapponesi dello Shonan Bellmare, capaci di piegare il Milan per 1-0. Nell'altra sfida il Bologna si arrende all'Ajax per 2-1: decisiva la doppietta di Dongen.

TABELLINI 1ª GIORNATA

GIRONE A
Campo “Negrini” di Castenaso

PALMEIRAS-PARMA 0-2
PALMEIRAS:
Palomares, Dias, Serafim, Guimaraesm Coloni, Freitas, Craveiro, Elias, Almeida. All.: Lucas Pereira De Andrade. A disp.: Santos, De Silveira, Belluco, De Lima, Da Silva, Polito, De Arruda, Dos Santos, Silva Lima
PARMA: Piga, Vona, Gandelli, Ubaldi, Perez, Saponara, Foresta, Leoni, Bo Adu, Traore. All:: Michele Saltor. A disp.: Niang, Brunani, Onesto, Bertolotti, Di Marcello, Brignoli, Gozzo, Beduschi, Cavalca.
Reti: 20’pt Saponara, 23’pt Saponara

È la giornata del Parma. I ducali allenati da Saltor hanno preso subito in mano le redini del match, per la squadra carioca non c’è stato praticamente scampo. Le due reti di Saponara segnate nel primo tempo hanno fatto la differenza. Saponara, autore della doppietta, è uno di quei calciatori emergenti da tenere d’occhio.

INTER-SPAL 0-1
INTER:
Formosa, Marocco, Liberti, Nava, Moratti, Menegatti, Sarr, Bailo, Gatti, Pelamatti, Clerici. All.: Paolo Annoni. A disp.: Bonucci, Perin, Peretti, Motti, Gambato, Bonavita, Gabor,
SPAL: Pezzolato, Abdalla, Puletto, Santini, Catanzaro, Zuberek, Cavaliere, Saiani, Gobbo, Contiliano, Dell’Aquila. All.: Claudio Rivalta. A disp.: Saccenti, Bruno, Racu, Cavallini, D’Andrea, Mascellani, Zanni, Ardizzoni, Chinappi.
Reti: 15’pt Zuberek

Bel momento prima dell’incontro con i calciatori nerazzurri che sono scesi in campo con uno striscione: “Donato Svezia sarai sempre nei cuori nerazzurri” in ricordo del poliziotto tifoso dell’Inter scomparso qualche mese fa. Bell’incontro, sbloccato da Zuberek a metà della prima frazione. Nella ripresa la Spal ha retto ed è riuscita a portare a casa uno scalpo importante.

La classifica:
Parma 3
Spal 3
Inter 0
Palmeiras 0


GIRONE B
Centro sportivo di Monte San Pietro

B ITALIA-ATLETICO MINEIRO 0-2
B ITALIA:
Boleletta, Ragazzetti, Ferrante, Sabatino, Mainardi, Elia, Scalmana, Mor, Dentale, Straccio, Ganci. All.: Massimo Piscedda. A disp.: Gallo, Pregnolato, Musso, Salvador, Marsiglia, Thioune, Parolisi.
ATLETICO MINEIRO: Vilela,Rodrigues, Henrique, Junior, Ribas, Antonio, Luca, Tomich, Lemos, Oliveira, Magnusson. All.: Alves Sergio. A disp.: Vitor, Silva, Kallyel, Magnusson, Vilaca, Eduardo, Nogueira, Oliveira, Fernandes, Rocha.
Reti: 10’pt Lucas, 17’st Oliveira

Con un gol per tempo i brasiliani dell’Atletico Mineiro hanno centrato la prima vittoria di questo torneo, vittima della squadra carioca l’Italia B allenata da Massimo Piscedda. Ha aperto le marcature Lucas, le ha chiuse nella ripresa Oliveira. E’ stato un incontro dai contenuti tattici interessanti.


ATALANTA-WESTON 2-3
ATALANTA:
Pasqualini, Pedrini, Regonesi, De Palma, Monterosso, Tieri, Guerini, Stabile, Ndour, Biral, Lo Giudice. All.: Andrea Di Cintio. A disp.: Maglieri, Colombo, Vitucci, Cellerino, Muhameti, Agliardi, Ardenghi, Truosolo, Favero.
WESTON: Del Toro, Allen, Batiste, Cuartas, Davidson, Fernandes, Han, Loukas, Quellette, Teruel, Freeman. All.: Mirco Gubellini. A disp.: L. Natoli, M. Natoli, Rodriguez, Ziegler, Rivera, Morillo.
Reti: 5’pt Cuartas, 24’pt Lo Giudice, 10’st Davidson, 15’st Cuartas, 20’st Muhameti

Un bel primo tempo, alla marcatura iniziale di Cuartas ha risposto Giudice. Le due squadre non hanno risparmiato energie, la disposizione tattica ha fatto il resto. Ma non è mica finita. Nella ripresa il Weston è andato in fuga con Davidson e ancora Cuartas, prima che Muhameti siglasse il 2-3. La squadra di Gubellini ha vinto meritatamente.

La classifica:
Atl. Mineiro 3
Weston 3
Atalanta 0
B Italia 0


GIRONE C 
Campo “Biavati” di Corticella

SASSUOLO-ROMA 1-0
SASSUOLO: Pizzolato, Ughetti, Baldini, Semeraro, Cannavaro, Martini, Zafferrri, Baldari, Sighinolfi, Fabiani, Loporcaro. All.: Papalato. Milano, Lombardo, Incerti, Bellentani, Dangelo, Cinquegrano, Boakye, Quarta, Kumi.
ROMA: Baldi, Catena, F. D’Alessio, Falasca, Koffi, Lili, Muratori, Padula, Pagano, Pandimiglio, Simone. All:: Tanrivermis. A disp.: Cherubini, L. D’Alessio, Liburdi, Mastrantonio, Mirimich, Missori, Pellegrini, Pisilli, Tomaselli.
Reti: 31’st BoakyeÈ una bella partita tirata, ma nel primo tempo non ci sono gol con le due squadre che vanno al riposo sullo 0-0. Nella ripresa il tema tattico della sfida non è cambiato, i ragazzi di Christian Papalato si sono fatti valere al fotofinish quando nel primo minuto di recupero Boakye ha infilato la porta di Baldi regalando ai neroverdi tre punti meritati.


LOKOMOTIVA ZAGABRIA-MONTREAL IMPACT 0-0
LOK. ZAGABRIA: Vincelj, Cabrajic, Gubijan, Radujkovic, Hrs, Batur, Simi, Capan, Zlatunic, Kupsjak, Matijevic. All.: Zeliko Dacer. A disp.: Seltkovic, Stranic, Matic, Kukavica, Rell, Vrdoliak.
MONTREAL IMPACT: Hèbert, Beland, Caron, Cloutier, Henry, Saliba, Alexandre, Therrien, Antinoro, Assi, Keita. All:: Dominque Morin. A disp.: Muresan, Anastasopoulos, Dominique, Daouda, Volcy.

Una partita stregata per gli attaccanti. Le occasioni ci sono state, ma il risultato è rimasto lo stesso del calcio d’inizio. Un pareggio che accontenta entrambe le squadre, cominciare un torneo con un risultato positivo è sempre un buon inizio. Sia Zagabria che Montreal hanno buoni mezzi tecnici e agonistici.

La classifica:
Sassuolo 3
Lok. Zagabria 1
Montreal Impact 1
Roma 0

 

GIRONE D
Campo “Biavati” di Corticella

MILAN- SHONAN BELLMARE 0-1
MILAN: Bartoccioni, Camara, Bozzolan, Incorvaia, Luscetti, Foglio, Cellamare, Anut, Montalbano, Galli, Gala. All.: Gianluca Polistina. A disp.: Nava, Dipalma, Marrone, Sette, Rossi, Alesi, Perego,
SHONAN BELLMARE: Tatusho, Yuki, Koyo, Soru, Riki, Ryosuke, Motoyasu, Kio, Taiga, Shunsuke, Yuito. All:: Takayuki. A disp.: Daichi, Rin, Issei, Daiki, Shion, Takuma, Ikechukwu, Ikki, Sho, Tsubasa, Yuta. 
Reti: 29’st Ikechukwu

Una bella battaglia sportiva fra i rossoneri e i giapponesi. Ad un primo tempo molto equilibrato, chiuso senza marcature, ha fatto seguito una ripresa ancora più intensa. Quando il match sembrava incanalato sullo 0-0, è arrivato il colpo del ko di Ikechukwu che ha inflitto il semaforo ai lombardi. I nipponici sono stati bravi a crederci fino alla fine, ai rossoneri è mancato il guizzo finale sotto porta.


AJAX-BOLOGNA 2-1
AJAX: De Graaf, Camara, Gooijer, Milovanovic, Aning, Brandes, Banel, Rijkhoff, Chourak, Dongen, Jansen. All: Cedric Van Der Gun. A disp.: Setford, Bobson, Viereck, Brussee, Oughcha, Debois, Chahid, Klaassen.
BOLOGNA: Albieri, Montalbani, Ofoasi, Stivanello, Motolese, Anatriello, Mazia, Armaroli, Maltoni, Zaffi, Corazza. All.: Francesco Morara. A disp.: Talon, Borsato, Casadei, Malva, Renta, Talon, Cricca, Busato, Brigliadori Raimondo.
Reti: 7’pt Dongen, 27’pt Dongen, 20’st Malva

Una bella squadra l’Ajax, capace di fare un calcio totale ed avvolgente. Nel primo tempo la doppietta di Dongen ha steso il Bologna. Nella ripresa la formazione felsinea ha accorciato le distanze con Malva. Gli olandesi sono uno dei team più importanti di questa quarta edizione di We Love Football Trofeo Despar.

La classifica:
Ajax 3
Shonan Bellmare 3
Milan 0
Bologna 0