Il secondo gol di Ricciardo (foto Ravaglia)
Il secondo gol di Ricciardo (foto Ravaglia)

Cesena, 8 dicembre 2018 – Una vittoria importantissima, quella per 4-1 contro la Vastese, che riporta il Matelica a distanza ‘umana’ (-1) e riapre i discorsi non solo per la vittoria finale, ma anche per il titolo di campione d’inverno, che fino a due giornate fa sembrava irraggiungibile, con ben 7 punti di vantaggio.

Il ritorno di Ricciardo, bis pesantissimo per il bomber che sale a 10 centri, accompagnati al secondo gol consecutivo per Fortunato (che anche lui raggiunge la doppia cifra) e all’arrotondamento di Tortori riportano la capolista più che a portata, vista la concomitante sconfitta interna contro una Recanatese in netta risalita. Il gol di Fiore per gli ospiti è utile soltanto a riaprire la partita sul 2-1, poco altro.

Mercoledì si torna subito in campo, con un duplice obiettivo dato l’avversario: provare a mangiare altri punti al Matelica (impegnato in casa della Savignanese) e tenere lontane le squadre che da dietro corrono, dato che al Manuzzi scenderà in campo il Notaresco, attualmente quarto 7 punti sotto al Cesena.