Noce del Cesena (foto Ravaglia)
Noce del Cesena (foto Ravaglia)

Jesi (Ancona), 28 ottobre 2018 - Il Cesena espugna il Pacifico Carotti di Jesi grazie alle reti di Noce e Casadei entrambe nel secondo tempo, Jesina in dieci per quasi tutto il secondo tempo per l’espulsione del centravanti Bubalo in avvio di ripresa per un pugno rifilato a Benassi.

Il primo sussulto  dopo due minuti di gara  con un retropassaggio azzardato di Valeri che innesca Cameruccio,  sul suo diagonale ci mette una pezza Agliardi. Il Cesena tiene il pallino in mano, ma non riesce a sfondare e sono i padroni di casa nei primi quindici minuti a farsi pericolosi sempre dalla zona di destra dove opera il duo Magnanelli- Cameruccio. Unica fiammata bianconera un tiro a giro di Alessandro che termina fuori di poco. Primo tempo che scorre senza sussulti con la Jesina che si aggiudica la frazione ai punti per un maggiori possesso palla e per le azioni più pericolose, l’ultima in pieno recupero con un contropiede di Cameruccio e tiro finale di Magnanelli parato di piede da Agliardi.

Secondo tempo Jesina subito in dieci per l’espulsione di Bubolo reo di aver inferto un pugno a Benassi a palla lontana. Il Cesena prende coraggio e passa con un colpo di testa di Noce su angolo di Aessandro. La partita cambia volto, i locali si perdono mentre la formazione di Angelini prende coraggio anche se le occasioni latitano. Ci pensa però il nuovo entrato Casadei a chiudere i conti al 29’  dopo una galoppata di sessanta metri chiusa con un tiro secco sul primo palo da appena dentro l’area. La partita finisce lì , fino al triplice fischio nulla da rilevare.