Festival cibo di strada a Cesena (foto Ravaglia)
Festival cibo di strada a Cesena (foto Ravaglia)

Cesena, 1 ottobre 2019 - Un centro storico ricco di stand per gustare le prelibatezze del mondo. È arrivato alla dodicesima edizione il Festival Internazionale del Cibo di Strada che da venerdì a domenica riempirà piazza del Popolo di Cesena di circa 100mila visitatori oltre che di 20 isole gastronomiche. L’idea venne al compianto Gianpiero Giordani, funzionario di Confesercenti scomparso lo scorso inverno, a cui quest’anno è dedicato il premio ‘Gianpiero Giordani Street Food Award’ che verrà presentato sabato alle 10,30. Per la prima volta una giuria composta da esperti e da firme del giornalismo gastronomico, come Licia Granello de La Repubblica e Pina Sozio, curatrice della Guida Street Food di Gambero Rosso, eleggeranno il migliore cibo di strada presente al Festival. Una sfida amichevole in cui le 30 delegazioni presenti in rappresentanza delle diverse regioni italiane, Paesi del mondo e food truck verranno messe a confronto.
 

Tra gli stand dello street food protagoniste saranno le regioni italiane, presenti con i loro cibi da strada più sfiziosi. I Paesi ospiti sono Messico, India, Grecia, Giappone, Marocco, Cina, Perù e Argentina solo per citarne alcuni. Sempre in piazza sarà presente anche uno spazio dedicato a Cesena Senza Glutine. Novità di questa edizione il Consorzio di Recco in rappresentanza della Liguria, che proporrà La Focaccia di Recco, entrata nell’Olimpo della produzione agroalimentare europea nel 2015.
 

In parallelo con la manifestazione gastronomica si svolgerà lo Street Art Fest, una rassegna di concerti e spettacoli in Piazza della Libertà. Si apre con Cumbia Poder, originario di Bogotà, ha suonato per anni nei locali, nelle strade e sugli autobus di mezza America Latina. La voce calda e profonda di Forero ci trasporta in una terra ideale dove
la musica popolare arriva dal cuore fino alle viscere. Musica per ballare. In programma poi esibizioni disco house di Sonny Yea, lo spettacolo di giocolieri, trampolieri e artisti di stra da della Compagnia dei Karacongioli e Fabio Saccomanni uno spettacolo comico adatto a ogni tipo di pubblico. Le tecniche (musica,fuoco, lancio di coltelli, bolle di sapone) sono il contorno di una relazione ironica, satirica estrabordante.
 

In piazza della Libertà verrà anche allestita un’area dedicata ai foodtruck con una decina di postazioni. Al Mercato Coperto ci sarà l’area dedicata agli showcooking, animata da Chef Kumalé, dove si alterneranno alcuni degli ospiti per raccontare le loro specialità. Il primo appuntamento è previsto venerdì sera alle 21 ed è dedicato alla Cina con la presenza della Ravioleria Sarpi di Milano. Il secondo domenica alle 11 è dedicato al Venezuela. Invece sabato alle 16, laboratorio Slow Food alla scoperta dei segreti della gastronomia attraverso i 5 sensi. Tutti gli incontri sono ad ingresso libero con degustazione finale. Sempre al Mercato Coperto, tutti i corner della ristorazione proporranno cibi di strada in una sorta di gemellaggio con il Festival. Non mancheranno le birre artigianali, i vini del territorio e tante bevande provenienti dai Paesi partecipanti, le eccellenze del gelato al latte e alla panna della Centrale del Latte di Cesena, e la Bottega del Caffè del Mondo.
 

«Cesena si riconferma così, ancora una volta, capitale del cibo di strada di qualità – afferma il direttore della Confesercenti Cesenate, Graziano Gozi –. È qui infatti che dal 2000 si svolge la prima e più autentica manifestazione votata a questa particolare forma di cibo popolare! A ribadire l’importanza della kermesse, domenica mattina e pomeriggio, ci sarà il mercato ambulante straordinario e ci auguriamo che le attività commerciali del centro storico possano beneficiare dei tanti visitatori provenienti da tutta Italia».