Una foto della scorsa edizione del Plautus
Una foto della scorsa edizione del Plautus

Sarsina (Cesena), 14 luglio 2019 - Sarsina vuol dire Festa Romana e Plautus Festival. Per quest’ultimo, l’arena plautina di Calbano si sta preparando ad ospitare la 59°edizione che si terrà dal 21 luglio al 17 agosto sotto la direzione artistica, per il nono anno consecutivo, di Cristiano Roccamo. Gli appuntamenti di questa estate si alternano tra Plauto, Aristofane, Euripide, Marlowe e Shakespeare, che guideranno gli spettatori per mano fin quasi sul palcoscenico della suggestiva arena facendoli diventare per una sera coprotagonisti insieme a nomi di spicco come Giorgio Marchesi, Barbora Bobulova, Massimo Venturiello, Antonio Catania, Gigio Alberti, Francesca Benedetti, Romina Mondello ed Edoardo Siravo. Ma sono davvero tanti gli attori e le attrici che con la loro presenza omaggeranno il grande sarsinate Tito Maccio Plauto e, con lui, l’antica e nobile arte del teatro.

false

Il sipario si apre domenica 21 luglio con la Prima nazionale di ‘Menecmi’ del grande commediografo sarsinate, che vede la partecipazione dell’attore e registra teatrale Massimo Venturiello. Il 28 sarà la volta di ‘Anfitrione’ del drammaturgo Sergio Pierattini, liberamente ispirato all’opera di Plauto con Gigio Alberti, Barbora Bobulova, Antonio Catania, Giovanni Esposito, Valerio Santoro e Valeria Angelozzi. ‘Ecuba’ di Euripide andrà in scena il primo agosto con Francesca Benedetti, Graziano Piazza, Gianluigi Fogacci, Sergio Basile, Viola Graziosi e Maurizio Palladino. Domenica 4 un’altra Prima nazionale, quella di ‘Asinaria’ di Plauto con Giorgio Marchesi, Barbara Abbondanza e Camillo Grassi. Il comico Natalino Balasso diletterà il pubblico insieme a Jurij Ferrini con ‘I due gemelli’ di Carlo Goldoni. Venerdì 9 torna protagonista Tito Maccio Plauto grazie agli attori del Laboratorio Teatrale con lo spettacolo ‘Casina’. Il 12 ‘Il Mercante di Venezia’ di William Shakespeare sarà interpretato da Mariano Rigillo e Romina Mondello. Per finire, il 17 agosto Edoardo Siravo e Antonio Salines trasportano gli spettatori nel 1590 con ‘La tragica storia del dottor Faust’ di Christopher Marlowe. Tutte le serate iniziano alle 21,30 e alcune sono audiodescritte per ipovedenti.