Una scena del documentario
Una scena del documentario

Cesena, 17 gennaio 2019 - “Il caporalato è una componente fondamentale nell’attività delle mafie”. Non ha dubbi Franco Ronconi referente della provincia Forlì-Cesena ‘Associazione Libera’ che torna a parlare di uno dei temi più caldi per il territorio in vista della proiezione di ‘The Harvest’ che avrà luogo venerdì 18 gennaio dalle 19,30 al Magazzino Parallelo di Cesena.

La serata organizzata sempre da ‘Libera’ si dividerà in due momenti: la visione del film e un incontro in cui il regista bresciano Paco Mariani dialogherà con l’agronomo Luigi Caroli e con Arturo Zani sindacalista della Spi Cgil (ex Flai Cgil) di Cesena. Al centro del dibattito le agromafie e il caporalato. La pellicola infatti utilizza la forma del musical per denunciare il dramma presente nell’Agro Pontino.

Uno spunto questo che nella serata andrà confrontato con gli episodi locali evidenziati negli ultimi mesi nelle campagne del Cesenate e del Forlivese. “Il film è un’indagine sul problema del caporalato che rappresenta una falla nel sistema agroalimentare, considerato invece nel complesso un’eccellenza del made in Italy”, prosegue Ronconi motivando così la presenza di alcuni studenti dell’Istituto Agrario di Cesena, con i quali è stato fatto un importante percorso su agromafie e caporalato.

“La scelta non è casuale: alla fine dello scorso anno abbiamo intrapreso un percorso con l’Istituto agrario incentrato sul caporalato e le mafie nei nostri territori. Lo abbiamo fatto con quattro quarte classi che hanno dialogato con le docenti universitarie Stefania Pellegrini e Stefania Spada antropologa della medicina che si occupa di immigrazione. Un ragazzo che esce dall’Agrario – motiva il referente ‘Libera’ – è giusto che sappia”.