Il Cesenate piange altre due vittime a causa del coronavirus, certificate ieri dagli organi sanitari. Si tratta di una donna di 88 anni di Mercato Saraceno e di un uomo di 84 di Cesena. Nel Cesenate, nelle ultime 24 ore, si aggiungono 61 nuovi casi positivi (37 femmine e 24 maschi), dei quali 16 con sintomi. La maggior parte dei nuovi contagiati sono collegati a casi già noti, 2 legati a test pre-ricovero per altre patologie e 4 sono collegati a test per categoria ambito...

Il Cesenate piange altre due vittime a causa del coronavirus, certificate ieri dagli organi sanitari. Si tratta di una donna di 88 anni di Mercato Saraceno e di un uomo di 84 di Cesena. Nel Cesenate, nelle ultime 24 ore, si aggiungono 61 nuovi casi positivi (37 femmine e 24 maschi), dei quali 16 con sintomi. La maggior parte dei nuovi contagiati sono collegati a casi già noti, 2 legati a test pre-ricovero per altre patologie e 4 sono collegati a test per categoria ambito professionale.

Purtroppo ieri sono stati certificati altri quattro decessi nel Forlivese: si tratta di un uomo di 82 anni di Castrocaro, uno di 80 di Meldola; poi sempre Meldola registra un altro decesso: un uomo di 88 anni. Infine è deceduto altro anziano di 88 anni di Forlì. In provincia in tutto si rilevano 116 nuove positività al Covid-19. Scendendo nel dettaglio della distribuzione dei casi, il quadro tracciato dall’epidemia è il seguente: a Bagno di Romagna si aggiungono 7 casi, a Cesena 29 (un numero molto inferiore rispetto agli ultimi giorni), 9 a Cesenatico, 1 a Gambettola, 1 a Gatteo, 3 a Mercato Saraceno, 5 a San Mauro Pascoli, 1 a Sarsina, 4 a Savignano, 1 a Verghereto, 2 a Sogliano. E poi nel Forlivese: 6 a Bertinoro, 5 a Castrocaro, 1 a Civitella, 3 a Dovadola, 30 a Forlì, 4 a Forlimpopoli, 2 a Meldola, infine 2 fuori ambito.

In provincia di Forlì Cesena sono guarite altre 96 persone. In riferimento alla settimana dal 4 al 10 gennaio, nel territorio romagnolo si sono verificate 3.742 positività su un totale di 33.687 tamponi, con una incidenza dunque del 11.1 per cento, sostanzialente in linea rispetto al dato della settimana precedente e con un calo in valore assoluto di circa 150 casi; l’incidenza inoltre resta al di sotto della media nazionale. Su questo specifico l’Ausl registra, nell’ultima settimana, un calo nei territori di Forlì, Ravenna e Rimini, mentre Cesena risulta in aumento.

E ancora: la percentuale di asintomatici media romagnola è sul 40 per cento. Per quanto riguarda l’indicatore relativo alle persone ricoverate, a fine della scorsa settimana la quota di 619 ricoveri mantiene l’Ausl oltre il livello rosso del Piano ospedaliero Covid; in calo però i ricoverati nelle terapie intensive, sia in valore assoluto (44 contro 41) sia in percentuale rispetto al totale dei ricoveri: 6,8 contro 7,3, la percentuale dei ricoverati in terapia intensiva resta comunque inferiore a quella media regionale.