Cesena, 13 marzo 2018 – Tutto bene quello che finisce bene, o quasi. Momenti di apprensione e sconcerto per i famigliari di un ottantenne di San Mauro Pascoli che nei giorni scorsi non era rincasato suscitando alcuni timori tra suoi cari. L’uomo, assente oltre l’orario previsto, nel primo pomeriggio era partito in direzione Forlì dove da anni abita il fratello ma di lui nessuna traccia. Essendo del tutto scomparso e non avendo con sé il cellulare, i famigliari si sono rivolti agli agenti della Polizia municipale di Cesena-Montiano che grazie all’ausilio delle nuove tecnologie hanno subito localizzato l’automobile dell’anziano.

Una volta individuata la posizione Gps dell’auto che risultava parcheggiata a Cesena nella zona di via Lamone, una traversa di via Ancona, le forze dell’ordine hanno raggiunto il luogo senza trovare però il conducente del veicolo.

Gli agenti allora hanno proseguito le ricerche lungo una via di campagna che li ha condotti a una vicina abitazione. Qui hanno scoperto che l’anziano era arrivato pochi minuti prima per chiedere aiuto e uno dei residenti, considerata l’età avanzata dell’uomo e il suo stato confusionale, si era offerto di riaccompagnarlo a casa. Sono sempre di più gli anziani che ogni giorno in Italia perdono l’orientamento senza ritrovare poi la via di casa. Increduli e sotto shock spesso vengono rintracciati o grazie al cellulare o, come è avvenuto nel Cesenate, mediante le nuove tecnologie che facilitano di gran lunga le ricerche sul territorio.