GILBERTO MOSCONI
Cronaca

L’aria più pulita d’Italia è a Poggio Scali

Lo scrittore e divulgatore ambientale Marco Albino Ferrari incorona l’oasi naturale sul crinale tra Romagna e Toscana

Cesena, 8 novembre 2023 – Nel nostro pianeta, che ricorrenti statistiche ’fotografano’ invaso da smog, dal vagare e girovagare di polveri sottili e di ogni altra sorta di inquinamento e aria pesante, vien da chiedersi, ma lungo il nostro Stivale dove è qualche sito in cui si respira bene e meglio?

Tre escursionisti a Poggio Scali, 1.520 metri sul livello del mare
Tre escursionisti a Poggio Scali, 1.520 metri sul livello del mare

A parere di Marco Albino Ferrari, un’oasi naturale dove regna la francescana ‘sorella aria’, si trova lassù a Poggio Scali, a meno di un quindicina di chilometri in linea d’aria (vien proprio da dire) da Bagno di Romagna, sul crinale tosco-romagnolo, e precisamente quello aretino/forlivese-cesenate, dove si toccano fra loro i territori di Bagno, Santa Sofia e Poppi (AR). Quel sito, immerso tra magnifici boschi e foreste, in cui ogni visitatore può fare (gratis) un pieno d’aria sopraffina per i propri polmoni, confina con la Riserva Naturale Integrale di Sasso Fratino, e si trova vicino alla Foresta biogenetica della Lama, entrambe in territorio di Bagno, all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.

Poggio Scali è raggiungibile a piedi, in bici, a cavallo, dopo aver valicato in auto da Bagno passo Mandrioli, attraversato Badia Prataglia, alzando, poi da lì, la freccia per la strada rotabile per Camaldoli sino ai pressi di passo Fangacci e da qui poi a Prato La Penna, Gioghetto, La Scossa, Passo Porcareccio, Poggio Scali. Poggio Scali, stupendo balcone naturale, si trova lungo il sentiero di crinale "OO", che collega passo Fangacci di Bagno e passo della Calla di Santa Sofia. E, come detto, a parere di Ferrari, giornalista, scrittore, divulgatore culturale e ambientale (fra l’altro, è stato fondatore e direttore di Meridiani Montagne), uno dei luoghi dove si respira meglio si trova proprio a Poggio Scali.

Certo, fare una classifica dei luoghi salubri, che possono gratificare con aria leggera e fine le nostre vie respiratorie è molto difficile. Ma, ecco, cosa dice Ferrari: "A parte le coste lontane da centri abitati, consiglierei di spingerci non troppo in quota, magari su una cresta ventosa, e ancor più circondati da una foresta. Ce ne sono ancora tanti di questi luoghi. Ma ce n’è uno che, a mio parere, conta il massimo di tutti i più preziosi requisiti. E’ Poggio Scali, a 1520 metri, tra Romagna e Toscana. Lì sì che potremo dirci ’respira a fondo, che ti fa bene!’".

Madre Natura è stata dunque proprio generosa col territorio di Bagno, che vanta varie eccellenze ambientali, difficilmente riscontrabili in altre parti d’Italia, da farne vero punto d’inizio e di riferimento di una Wellness Valley. Infatti, a Bagno scaturisce acqua ipertermale curativa, unica nel comprensorio cesenate; a Sasso Fratino, che racchiude la prima Riserva Naturale Integrale italiana (1959) svetta anche la faggeta più vetusta d’Italia, dal 2017 patrimonio dell’umanità Unesco. Poi c’è Poggio Scali, considerato uno dei luoghi italici immersi e avvolti dall’aria più sottile e pura che fluisce lungo lo Stivale. Ma oltre che a quel naturale regalo per le vie respiratorie, da Poggio Scali, nelle giornate limpide, è anche possibile vedere ad est l’Adriatico e ad ovest il Tirreno. Quindi, oltre che per i polmoni, offre altresì un eccezionale e rarissimo regalo anche per i nostri occhi. Poggio Scali potrebbe dunque darsi proprio "un bel sacco di arie"! Ovviamente le sue, così fini e leggere da invogliare anche gli angeli a respirarle. Del resto, quel santuario della natura è un paradiso in terra.