Una delle cinque colonnine per la ricarica di auto elettriche attualmente presenti in città
Una delle cinque colonnine per la ricarica di auto elettriche attualmente presenti in città
di Giovanni Corzani Solo cinque colonnine di ricarica pubblica per veicoli elettrici per i circa 100mila abitanti di Cesena. Questo è quello che si legge nel sito del Comune. Le colonnine sono state finanziate dalla Regione e fanno parte del progetto ‘Mi Muovo Elettrico’. È possibile trovarle in viale Carducci, viale Mazzoni, via Jemolo, via Lucchi Leopoldo e piazzale Ambrosini. Le infrastrutture sono state montante da Enel ma grazie all’interoperabilità danno la possibilità di ricaricare il veicolo a prescindere dal distributore di energia elettrica. Una volta firmato il...

di Giovanni Corzani

Solo cinque colonnine di ricarica pubblica per veicoli elettrici per i circa 100mila abitanti di Cesena. Questo è quello che si legge nel sito del Comune. Le colonnine sono state finanziate dalla Regione e fanno parte del progetto ‘Mi Muovo Elettrico’. È possibile trovarle in viale Carducci, viale Mazzoni, via Jemolo, via Lucchi Leopoldo e piazzale Ambrosini.

Le infrastrutture sono state montante da Enel ma grazie all’interoperabilità danno la possibilità di ricaricare il veicolo a prescindere dal distributore di energia elettrica. Una volta firmato il contratto col gestore in un punto Enel, si può usufruire del servizio di erogazione dell’energia elettrica. Sul sito di Enel è possibile verificare la posizione, la disponibilità e lo stato di manutenzione delle colonnine.

Tuttavia non sempre le informazioni online corrispondono con la realtà. In certi casi la disponibilità effettiva della colonnina non corrisponde con quella indicata: data come occupata, è in realtà libera. In certi altri a casi a non tornare è l’indicazione di una manutenzione oppure, sul sito del Comune, il numero delle colonnine (una sola al Montefiore, quando in realtà sono due).

Eppure la rivoluzione green è un processo legato a doppio filo anche all’utilizzo di auto elettriche. Una partita che il Comune non ha intenzione di sottovalutare. A conferma di ciò, successivamente all’approvazione della delibera di Giunta per l’istallazione e la gestione di colonnine elettriche di ricarica, l’Amministrazione ha lanciato un bando (con scadenza il 30 settembre) per la ricerca di operatori interessati alla fornitura, installazione e gestione di ulteriori colonnine di ricarica elettrica.

L’obiettivo era il poter garantire in tutti i quartieri - e dunque su tutto il territorio comunale - a pari modo l’utilizzo di veicoli elettrici.

L’assessora alla Sostenibilità ambientale Francesca Lucchi rassicura: "Chi si aggiudicherà il bando procederà con l’installazione delle nuove colonnine, e per questo auspichiamo ci sarà al più presto un notevole ampliamento del servizio. Abbiamo fatto una pianificazione che prevede numerose posizioni nuove. L’obiettivo è aumentare la possibilità di postazione di ricarica. Abbiamo selezionato quartieri e frazioni per portare le colonnine non soltanto in centro storico: sarà un servizio capillare che porterà la possibilità di ricarica dove ce n’è bisogno, visto che l’utilizzo delle auto elettriche sta crescendo anche a Cesena".

"Nell’ambito del piano urbano per la mobilità sostenibile – aveva d’altronde commentato Lucchi solo qualche mese fa – abbiamo identificato al 2030 l’obiettivo di portare almeno al 15% degli spostamenti automobilistici, quelli spinti a propulsione elettrica".

Per raggiungere questo obiettivo, l’Amministrazione aveva avviato un’analisi che ha portato a identificare trentotto postazioni, per un totale di 70 colonnine di ricarica e 140 punti di ricarica".