Quotidiano Nazionale logo
27 apr 2022

"Bloccare le strutture sportive nelle aree verdi pubbliche"

Il blogger Fabbri contro il Comune: "Si tratta di cambi illegittimi di destinazione d’uso. No all’intervento in via Medri"

Il blogger Davide Fabbri in un’area verde della città
Il blogger Davide Fabbri in un’area verde della città
Il blogger Davide Fabbri in un’area verde della città

Il blogger Davide Fabbri critica la scelta del Comune di trasformare spazi verdi in impianto sportivi e attacca la pista di mountain bike a Martorano. "Con il progetto Sport City il Comune – afferma Fabbri – vuole riempire molte aree verdi e giardini della città e del forese, aree verdi limitrofe alle abitazioni, con attrezzature sportive, trasformando uno spazio verde in un impianto sportivo. A Martorano di Cesena, a ridosso delle abitazioni di via Fusconi e di via Don Medri, si intende trasformare la zona verde in percorso e pista per le biciclette mountain bike". "Sarebbe un illegittimo cambio di destinazione d’uso dell‘area, c’è un grave errore legato alla scelta politica: le aree verdi limitrofe alle abitazioni non vanno riempite con attrezzature sportive; gli spazi verdi vanno pensati per la tutela del clima e ambiente, per attività legate allo svago e al gioco e alle chiacchiere in compagnia seduti nelle panchine che mancano in questa area verde di Martorano. Non vanno realizzate attività sportive, rumorose e chiassose in spazi verdi limitrofi alle abitazioni. Le piste di mountain bike vanno costruite in aree dismesse e in luoghi in disuso".

"Questa pista di mountain bike - aggiunge Fabbri – ha inoltre un organizzatore privato, CC Racing Asd, associazione sportiva dilettantistica. rappresentato da due soci in affari in una ditta C di biciclette e abbigliamento sportivo. È evidente il potenziale conflitto di interessi, l’amministrazione deve revocare l‘affidamento dei lavori a quel gruppo sportivo".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?