ERMANNO PASOLINI
Cronaca

Borgo Sonoro, il festival itinerante. Tra musica, cultura e gastronomia

Otto spettacoli in altrettanti piccoli centri del Rubicone con un messaggio di pace e sostenibilità ambientale

Borgo Sonoro, il festival itinerante. Tra musica, cultura e gastronomia

Borgo Sonoro, il festival itinerante. Tra musica, cultura e gastronomia

La XXIV edizione di Borgo Sonoro avrà luogo dal 30 luglio al 17 agosto. Fra le novità anteprime regionali e concerti unici per quello che è definito il festival più amato di Romagna che si svolgerà nei comuni di Borghi, Longiano, Mercato Saraceno, Roncofreddo, Savignano sul Rubicone e Sogliano al Rubicone. La musica come messaggio di pace e di valorizzazione delle Terre del Rubicone: Borgo Sonoro, il brand estivo, culturale e turistico della collina romagnola torna ad animare le piazze e angoli di bellezza poetica. Otto date alla scoperta del territorio e otto concerti con artisti che provengono da ogni parte del mondo. La musica, come ogni anno, è varia e spazia dalla world music, allo swing, dalla classica, agli omaggi ai grandi cantanti italiani e mondiali. La XXIV edizione di Borgo Sonoro porta con sé un messaggio di pace, di sostenibilità ambientale, di scoperta del territorio e delle eccellenze e di valorizzazione della collina. Un Festival che ha deciso di premiare il benessere e l’ascolto lontano dai grandi profitti, un Festival amato per la sua semplicità e per l’accoglienza, e per aver creato in tanti anni momenti importanti di comunità. Naturalmente la musica è la grande protagonista e in questa edizione, ed ogni sera sarà una sorpresa. Presenti sindaci e assessori dei sei comuni. La presentazione a Casa dell’Upupa del compianto scultore Ilario Fioravanti a Sorrivoli di Roncofreddo, è stata aperta dal consigliere regionale Massimo Bulbi che ha sottolineato l’importanza dell’estate non solo al mare ma nell’entroterra con un’offerta di qualità.

La direttrice artistica Valeria Mordenti ha spiegato: "Rimanere fedeli al progetto, ed essere innovativi, fare conoscere il territorio rispettandolo, essere sostenibili e attenti al benessere del pubblico, questa è la magia di Borgo Sonoro. Ringraziamo tutte le amministrazioni che sostengono il festival e ne sposano gli obiettivi, che insieme a noi fanno vivere piccole comunità che per una sera diventano protagoniste e si vivificano. Quando abbiamo iniziato a ragionare sull’immagine di questa edizione, insieme a Diletta Tosi ed Adele Briani Fioravanti, non abbiamo avuto dubbi sul messaggio di pace che nel nostro piccolo vogliamo dare. La proposta musicale quest’anno è particolarmente ghiotta, tante anteprime e concerti unici come è unico Borgo Sonoro". Ha concluso Sara Bartolini sindaca di Roncofreddo: "Ancora una volta Borgo Sonoro torna ad accendere i riflettori sui bellissimi borghi delle nostre colline; un festival che è un fiore all’occhiello per il nostro territorio e che ci rappresenta in Emilia Romagna e in Italia per la cura del dettaglio, e per lo stretto legame del territorio". Inizio spettacoli 21.15. Ingresso per ogni serata 5 euro mentre il costo totale è di circa 40mila euro.

Primo appuntamento martedì 30 luglio a Rontagnano di Sogliano al Rubicone con un omaggio a Pino Daniele da parte del Rossella Cappadone Quartet in "Vento di passione". Sabato 3 agosto nel piazzale della Rocca a San Giovanni in Galilea con "Del Barrio Quartet"; domenica 4 agosto a San Romano di Mercato Saraceno con "Monia Angeli Quartet" con quattro musicisti fra i quali anche i fratelli Stefano e Gianluca Nanni che hanno diretto canzoni al Festival di Sanremo; martedì 6 agosto nella piazzetta di Montetiffi "Nubars Ensemble"; giovedì 8 a Savignano sul Rubicone nell’Arena Gregorini "Sandro Joueux"; martedì 13 agosto nella corte del Castello Malatestiano di Longiano "Fernanda Santanna"; giovedì 15 agosto in piazza Byron a Monteleone di Roncofreddo "Duo Burani Domenè" e sabato 17 nel Parco Pasolini a Borghi "Mary Lee snd Caesar’s Cowboys".