Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
14 giu 2022

Cade per una crepa sull’asfalto, doppia frattura al bacino

Grave infortunio per una donna nella strada a fianco della. Malatestiana. Proteste. dei residenti per l’incuria

14 giu 2022
La crepa nell’asfalto in corrispondenza di uno sprofondamento del terreno
La crepa nell’asfalto in corrispondenza di uno sprofondamento del terreno
La crepa nell’asfalto in corrispondenza di uno sprofondamento del terreno
La crepa nell’asfalto in corrispondenza di uno sprofondamento del terreno
La crepa nell’asfalto in corrispondenza di uno sprofondamento del terreno
La crepa nell’asfalto in corrispondenza di uno sprofondamento del terreno

Sono giorni che chi transita in via Montalti cerca di evitare il pericoloso avvallamento che si è prodotto sull’asfalto più o meno davanti al civico numero 1 (a fianco della biblioteca Malatestiana). Lì il piano stradale ha ceduto e si è creato una sorta di scalino, ma nessuno si è premurato di transennare l’area o evidenziarla con qualche segnaletica temporanea. E quello che si temeva è accaduto. Sabato scorso, in serata, una donna di 62 anni che percorreva la strada a piedi, spostandosi verso destra per lasciare spazio ad un’auto che veniva dalla parte opposta (la carreggiata è ristretta a causa di alcuni new jersey in cemento collocati presumibilmente per i lavori alle tre piazze) ha inciampato nello "scalino" ed è caduta malamente su un fianco. Il dolore lancinante ha immediatamente lasciato immaginare una ripercussione tutt’altro che banale. Trasportata in ospedale con un’ambulanza intervenuta sul posto, le è stata riscontrata infatti una doppia frattura al bacino. Lesioni che la costringeranno immobile a letto per almeno 15 giorni, più l’assunzione di una pesante terapia contro il dolore. Ovviamente per il tempo prescrittole, e si può immaginare con quale disagio, avrà necessità di assumere una persone che l’accudisca poiché per la maggior parte del suo tempo abita da sola. Non è dato di sapere, al momento, se si possa configurare una responsabilità da parte di chi deve occuparsi della condizione delle strade, di certo ha sorpreso gli abitanti della via, ma anche le persone che si sono trovate a percorrerla occasionalmente, che nessun intervento sia stato programmato. Il perché la strada abbia ceduto potrebbe celare un ulteriore sprofondamento.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?