Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
27 giu 2022

Centri estivi a Cesena: oltre mille iscritti, è boom

Sono una settantina le strutture che accolgono bimbi e ragazzi: un servizio fondamentale per i genitori che devono lavorare

27 giu 2022
Alcuni bambini in un centro estivo cesenate, sotto l’assessore Carmelina Labruzzo
Alcuni bambini in un centro estivo cesenate
Alcuni bambini in un centro estivo cesenate, sotto l’assessore Carmelina Labruzzo
Alcuni bambini in un centro estivo cesenate

Cesena, 27 giugno 2022 - Addio ai banchi di scuola, ai freddi muri delle aule spoglie, all’insistente suono della campanella. Ormai la scuola è un ricordo. Ma se la maggior parte degli studenti, chi più chi meno, è contento di concedersi una tregua dalle responsabilità dei compiti per una sana e meritata vacanza, a tanti giovani manca il compagno di classe, l’amico, i momenti di condivisione coi coetanei. Ma d’estate l’entusiasmo si ritrova facilmente, la scena cambia e inizia una nuova e appassionante avventura. A vivacizzare le giornate di tanti bambini e adolescenti, durante la stagione assolata, sono le lunghe e intense giornate passate ai centri estivi. Ce n’è per tutti i gusti, da quelli sportivi ai ricreativi, dalla attività al mare alla montagna, da quelli in fattoria a contatto con gli animali a quelli nei parchi immersi nella natura. Per i bimbi, delle più svariate età, dai piccolissimi fino agli adolescenti, per fortuna l’estate è gioco, condivisione, aria aperta, momenti di spensieratezza che permettono di imprimere nelle giovani menti ricordi indelebili prima dell’inizio del nuovo anno scolastico. Un momento di tregua dalle responsabilità e dai compiti incessanti, una sana e meritata vacanza.

Sono 39 a Cesena i centri estivi accreditati con la Regione che permettono alle famiglie di ottenere un contributo per partecipare alle attività estive. A questi si aggiungono i campi estivi delle parrocchie e di altre piccole realtà che non hanno partecipato all’attività di accreditamento regionale ma che consentono alle famiglie di pagare una quota di iscrizione contenuta. In tutto i centri estivi e ricreativi nel Cesenate per i bambini tra i 3 e i 14 anni sono una settantina e oltre un migliaio i bambini che ogni estate lasciano la paletta e il secchiello in cabina e si tuffano in queste realtà sempre più diffuse dove il gioco e il divertimento sono d’obbligo.

«I centri estivi ci sono sempre stati – afferma l’assessore ai servizi per le persone e le famiglie Carmelina Labruzzo – ma quest’anno in particolare è un bel fiorire di queste realtà, un valido aiuto per le famiglie e per i genitori che devono lavorare". Nel tempo è esplosa la creatività da parte di educatori sempre più preparati. Ci sono centri estivi per tutti i gusti dove si svolgono le attività più disparate e divertenti: dallo sport ai laboratori creativi alle attività artistiche, dalla lettura al ballo all’attività teatrale, si impara a stare assieme, a socializzare e si apprendono molteplici arti. "Quest’anno finalmente ai centri estivi si possono riprendere le gite, un bel respiro dopo gli ultimi anni in cui i bambini dovevano usare i dispositivi di protezione ed erano divisi in bolle a causa del Covid – aggiunge la Labruzzo –. Nei centri estivi possono collaborare i ragazzi di Estate Attiva delle scuole superiori che si iscrivono attraverso Informa Giovani, prestando attività di volontariato che in parte viene riconosciuta. Sono oltre 500 i giovani volontari che parteciperanno quest’anno ai centri estivi e alle altre attività delle associazioni tra cui anche ragazzi con disabilità che aiuteranno gli educatori. Come compenso i giovani di Estate Attiva otterranno dei buoni per comprare i libri".

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?