Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
3 giu 2022

Cesena riabbraccia gli azzurri dopo 13 anni

Per la prima volta, dopo tre amichevoli, martedì la Nazionale disputerà una gara ufficiale della Nations League al ’Manuzzi’

3 giu 2022

Tre volte ha già giocato l’Italia al Manuzzi, sempre in gare amichevoli: quella di martedì sera con l’Ungheria è quindi la prima in una manifestazione ufficiale, seconda giornata della Nations League. Gli azzurri mancano da Cesena da 13 anni, l’ultima volta il 18 novembre 2009 quando l’Italia campione del mondo di Lippi nel cammino di preparazione ai mondiali in Sudafrica (risultati poi disastrosi) vinse contro la Svezia 1-0 con rete di testa di Chiellini dopo 28 minuti del primo tempo. Nelle tre gare cesenati gli azzurri hanno sempre vinto, segnando 9 reti (4-0 alla Bulgaria, 4-0 a San Marino, 1-0 alla Svezia) senza subire reti. Pareva che in un’altra occasione, sotto la gestione tecnica di Cesare Prandelli, gli azzurri facessero tappa al Manuzzi ma non se ne fece nulla, si ventilò che la causa fosse stato il terreno a quel tempo tutto in sintetico, che non era gradito.

La prima volta è stata con Vicini. Fu il ct cesenate, attaccatissimo alla sua citta natale, che portò per la prima volta la nazionale a Cesena, 20 settembre 1989 Italia-Bulgaria 4-0, 22.328 i paganti. Doppietta di Baggio al 18’ (rigore) e al 34’, Carnevale al 46’ e autorete di Iliev al ‘53. Il pubblico fu immediatamente grato al famoso concittadino infatti apparve uno striscione eloquente ‘Grazie Azeglio’. Quella gara venne disputata a meno di un anno dal mondiale di Italia ‘90 dove gli azzurri di Vicini arrivarono terzi pur giocando il calcio migliore e non perdendo mai in 7 partite, eliminati in semifinale a Napoli ai rigori dall’Argentina di Maradona. Al Manuzzi erano in campo calciatori simbolo di quel periodo e non solo: da Zenga a Bergomi, Maldini, Franco Baresi, Baggio, Giannini e Vialli.

L’amichevole con San Marino venne organizzata dalla Federazione del Titano nel pomeriggio del 19 febbraio 1992 quando l’Italia di Arrigo Sacchi non ebbe problemi, 4-0: doppietta di Roby Baggio al 36’ e all’84’, Donadoni al 42’, Casiraghi al 47’, gli spettatori circa 20mila. In campo al debutto in azzurro il cervese Alessandro Bianchi che militava nell’Inter; cresciuto nel Cesena ha caratterizzato anche alcune belle pagine della storia bianconera.

L’ultima volta degli azzurri al Manuzzi è stata appunto il 18 novembre 2009, i campioni del mondo in carica di Lippi (che tornava così a Cesena dove aveva debuttato in A come allenatore dei bianconeri) superarono la Svezia 1-0 grazie a un guizzo di testa di Chiellini. Fu l’esordio da titolare del cesenate Davide Biondini che già era stato azzurro quattro giorni prima a Pescara contro i Paesi Bassi entrando a venti minuti dal termine al posto di Palombo. Si tratta delle due uniche presenza nella nazionale maggiore di uno dei giocatori più importanti e amati della storia del Cesena.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?