Quotidiano Nazionale logo
7 mag 2022

Colloqui lampo per trovare cuochi e macellai

Oltre quaranta persone ieri si sono presentate al Job day organizzato dall’Iper di Savignano sul Rubicone: tra loro anche tanti over 50

an
Cronaca

di Annamaria Senni

"Cerchiamo personale qualificato per un colloquio lampo". Anche l’offerta lavorativa si adegua alla velocità dei tempi che cambiano. La nuova sfida arriva dal punto vendita dell’Iper di Savignano sul Rubicone che ieri dalle 9.30 fino alle 17 ha lanciato il ‘Job day’. Un’iniziativa che coinvolge oltre 20 ipermercati in tutt’Italia alla ricerca di 160 addetti. La chiamata è per appassionati del mondo food, neodiplomati con indirizzo enogastronomico e agroalimentare e specialisti del mondo dei freschi. Ed ecco che ieri mattina all’Iper in piazza Colombo a Savignano sul Rubicone, aspiranti o esperti panettieri, pasticcieri, salumieri, macellai, addetti di pescheria e ortofrutta, cuochi e baristi si sono presentati allo sportello con la speranza di ottenere un lavoro.

Oltre una quarantina le persone che fino al pomeriggio hanno snocciolato curriculum e hanno incrociato le dita in attesa di una conferma lavorativa. La prima candidata speranzosa è Giulia Bragagnolo, 19 anni, un sorriso fresco e tanta tanta voglia di mettersi alla prova. "Sono disponibile per qualsiasi settore – spiega la ragazza cesenate – ho voglia di lavorare e non mi spaventa il lavoro della domenica e neppure fino alle dieci di sera. Ho un diploma all’istituto professionale socio-sanitario, ho fatto un percorso da Oss ma ho capito che non faceva per me. E così eccomi qua". Ma non sono solo i giovani a presentare la loro candidatura, anzi sono in minoranza. L’età media delle persone che si sono presentate ieri, è di 35 anni, spiegano al desk. Dopo un velocissimo colloquio si avvicina a noi una signora che di esperienza ne ha tanta. "Ho lavorato per tantissimi anni come barista – spiega Vincenza Presicci che di anni ne ha 53 – e la mia candidatura oggi è per ‘bar e caffetteria’ dentro l’Iper. Purtroppo ho perso il lavoro a causa del Covid, perché nel bar dove lavoravo hanno ridotto drasticamente il personale. Data la mia età non è facile inserirsi nel mondo del lavoro, immagino. Ma mi hanno detto che mi faranno sapere".

Ambizioni tante e, naturalmente (come è giusto che sia) ad ogni età, bisogna continuare a fare progetti e a sognare in grande, se si vogliono raggiungere dei risultati, specie alla ‘Grande I’. "Ho sempre lavorato come aiuto cuoca – dice Giovanna Galeandro di 52 anni – e sono qui per ottenere un posto nel reparto gastronomia. Spero di farcela, il colloquio è andato bene, ora aspettiamo lo step successivo. Purtroppo ho perso il lavoro perché l’attività dove avevo il mio impiego ha chiuso". "Sono appassionata da sempre di cake design – aggiunge Milena di 56 anni – so che cercano personale nel reparto pasticceria, e anche se sono un’autodidatta ci ho voluto provare". Poi c’è Laura, diciannovenne con un diploma all’agraria che ambisce ad un’occupazione nel reparto ortofrutta, anche se ha già un lavoro stabile in un altro supermercato in zona. Giorgio invece, che di anni ne ha 44, si candida per il settore pescheria. "Lavoro in un ristorante – spiega – ma i turni sono pesantissimi e vorrei cambiare vita". Non rimane che dire: "in bocca al lupo a tutti".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?