Quotidiano Nazionale logo
8 apr 2022

Consiglio comunale, passa il Pug. La Lega: "Dannoso per la città"

Consiglio comunale fiume sul Pug. Hanno annunciato il voto nel tardo pomeriggio i gruppi consiliari sull’adozione del Piano di urbanistica generale di Cesena e Montiano, e la discussione è andata avanti nella serata prima di giungere al voto. Erano ben 368 le osservazioni, ed è stata una maratona. Favorevoli Pd e Cesena 2024, con maggioranza assicurata, astensione ma con critiche di Cambiamo. Voto contrario di Lega, Cesena Siamo Noi e Movimento Cinque stelle.

La Lega, come anche gli altri gruppi di opposzione, ha dato battaglia criticando l’impianto e le scelte dello strumento urbanistico. "Pur migliorato dall’accoglimento di numerose delle osservazioni di tecnici e cittadini - ha dichiarato la capogruppo Antonella Celletti - ci preoccupano le ricadute che questo Piano avrà sul territorio cesenate, sulla vita dei cittadini e sulle attività economiche. Tra le critiche che abbiamo avanzate, la fretta con cui è stato portato avanti l’iter, la mancata partecipazione dei vari soggetti coinvolti, il percorso sviluppato in modo approssimativo, gli errori e le lacune del piano che si riflettono in un risultato non convincente".

"Riteniamo – questo il parere dei consiglieri leghisti - che l’astrattezza dei concetti che lo animano e la mancanza di una visione realistica dell’esistente possano pesare negativamente sul futuro della città, lasciando margini ampi di discrezionalità all’amministrazione. Di qui la constatazione che l’amministrazione abbia voluto procedere in fretta, senza troppi ostacoli, rimandando a data da destinarsi le problematiche che inevitabilmente si presenteranno, in particolare nelle aree agricole. Eppure abbiamo più volte rappresentato la necessità di un percorso e di principi condivisi per disegnare un quadro complessivo e organico rispondente alle esigenze di tutti i soggetti coinvolti".

"Un principio basilare - conclude la capogruppo Celletti – che si scontra con la visione unilaterale e autoreferenziale, oltre che poco realistica, con cui la Giunta e la maggioranza hanno improntato il Piano. Rimane ancora ignota la strategia complessiva sullo sviluppo di Cesena e del suo territorio nel breve-medio termine. Tutto è imperniato alla reiterazione di frasi spot e di slogan, ripetuti anche in aula, che non si sa se diventeranno progetti concreti e quale effettivo sviluppo avranno".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?