Un operatore sanitari addetto ai tamponi (repertorio)
Un operatore sanitari addetto ai tamponi (repertorio)

Forlì Cesena, 27 ottobre 2020 - Mentre si alza il numero degli studenti contagiati, almeno una decina nell’intero comprensorio Cesenate, fortunatamente scendono, rispetto agli allarmistici 100 di domenica, i casi totali Covid nella nostra provincia, tant’è che il bollettino relativo a ieri ne certifica 81, ma, soprattutto, oltre un quarto, ossia 24, sono asintomatici. Dunque, per loro (10 a Cesena e 14 a Forlì) nessun ricovero ospedaliero e nessuna terapia intensiva. Resteranno sotto osservazione presso le loro abitazioni controllati dall’Asl.

Per appronfondire: Il bollettino Emilia Romagna - Didattica a distanza, le regole - Nuovo Dpcm, Bonaccini "Meglio chiudere i centri commerciali che ristoranti e cinema"

In totale sono 38, dunque, i casi di positività nel Cesenate certificati ieri, mentre nel Forlivese si registrano altri 43 casi. I malati effettivi e sintomatici certificati ieri nel cesenate (esclusi gli asintomatici) sono così 28 ma per nessuno di loro è stato predisposto il ricovero, sono tutti in isolamento domiciliare. Per ben 22 si tratta di una conferma della quarantena poiché erano già in isolamento a causa di contatti stretti con persone positive al virus, uno è stato certificato positivo dopo un rientro dalla Tunisia, 14 a seguito del tracciamento per contatto stretto con casi sintomatici.

La mappa del contagio

Del totale 18 sono residenti a Cesena, 2 a Gatteo, 2 a Borghi, 1 a Savignano, 7 a Cesenatico, 1 a Roncofreddo, 1 a San Mauro Pascoli, 2 a Longiano, 2 fuori provincia, 1 a Mercato Saraceno e 1 a Bertinoro. Sono in prevalenza maschi, 21, mentre le femmine sono 17. Sono 14 le persone guarite certificate ieri dal doppio tampone. Presso il reparto di Medicina Interna del Bufalini sono ricoverati tutt’ora 24 pazienti mentre in terapia intensiva ce ne sono due. A Forlì si è registrato ieri un nuovo ricovero che porta così a 3 il numero dei pazienti forlivesi in terapia intensiva.

Coronavirus nelle scuole

Complessa, come si diceva, la situazione nelle scuole per la positività, in genere acquisita in ambienti familiari e comunque extrascolastici, di una decina tra ragazzi e bambini. Nell’elenco anche due asili del comprensorio. Poche le classi in cui è stata allargata la quarantena agli altri ragazzi e al personale didattico. Notizie dettagliate sono state diramate a proposito di un caso di positività al test in un alunno della scuola media "Fausto da Longiano". La nota dell’Asl evidenzia che lo studente aveva frequentato la classe fino al 20 ottobre scorso senza aver manifestato alcuna sintomatologia. Il sopralluogo dei sanitari presso l’Istituto Scolastico, ha constatato il rispetto di tutte le norme previste dai protocolli di sicurezza e visto che non sono stati individuati contatti stretti in ambito scolastico, non sono stati adottati provvedimenti di quarantena né per gli alunni né per i docenti e il personale scolastico.

Il Dipartimento ha dato indicazione a tutti di adottare l’obbligo di mascherina anche in condizioni "statiche" sino al termine della sorveglianza sanitaria fissato al 3 novembre 2020; durante tale periodo ogni eventuale assenza per sintomatologia Covid-19 dovrà essere segnalata al Servizio Igiene e Sanità Pubblica. Ieri è stato attuato anche un intervento di sanificazione straordinaria dell’aula interessata e degli spazi comuni.

I numeri covid in Regione

Il livello dei contagi si alza anche in ambito regionale con 1.146 nuovi casi in più rispetto a domenica, ma oltre il 94 per cento dei casi attivi presenta sintomi lievi ed è in isolamento a casa. Purtroppo, si registrano 3 nuovi decessi: 1 in provincia di Parma (una donna di 95 anni), 2 in provincia di Modena (due uomini, di 78 e 84 anni). Dall’inizio della pandemia, in Emilia-Romagna i decessi sono stati complessivamente 4.564.