Una scuola
Una scuola

Forlì Cesena, 17 luglio 2021 - Tra le poche certezze del prossimo anno scolastico, in attesa delle nuove norme per il contenimento della pandemia, c’è quella delle delle nomine dei dirigenti. Le assegnazioni sono state rese note giovedì dall’Ufficio scolastico regionale. Diverse le novità in città: Simonetta Ferrari torna a Cesena, dopo un anno a Cesenatico (direzione didattica n. 1), e guiderà il Secondo circolo al posto di Marinella Verrazzani. Lascia la media Viale della Resistenza Marco Ruscelli per approdare all’istituto tecnologico ‘Marconi’ di Forlì. Gli darà il cambio Donato Giuseppe Tinelli dall’istituto comprensivo di Predappio.

Confermati, invece, Valentina Biguzzi al liceo linguistico ‘Alpi’, Simonetta Bini al Classico ‘Monti’, Lorenza Prati allo Scientifico ‘Righi’, Giuseppe Messina al Professionale ‘Versari-Macrelli’. Nel comprensorio, rimangono tali i presidi degli istituti comprensivi di Gambettola (Francesca Angelini), Longiano (Sabrina Rossi), San Mauro Pascoli (Jaime Amaducci), Sogliano (Giovanna Falco), e quello dell’istituto d’istruzione superiore ‘Marie Curie’ di Savignano (Mauro Tosi).

A Forlì sono confermate Anna Starnini all’istituto comprensivo n. 4, Susi Olivetti al liceo scientifico ‘Fulcieri Paulucci di Calboli’ e Giuseppina Tinti all’istituto economico ‘Matteucci’. Nel resto della Provincia, infine, Valentina Rossi trasloca dall’istituto comprensivo di Civitella di Romagna a quello di Predappio.

Dopo nove anni alla guida della media Viale della Resistenza, saluta Cesena il preside Marco Ruscelli. Grazie a lui la scuola, che comprende quattro plessi, nell’ultimo decennio ha cambiato faccia e diventata fucina di tanti progetti innovativi. "Siamo passati da 27 a 43 classi, da 720 a un migliaio di iscritti con lista di attesa, spero di poter aprire una nuova classe per accogliere tutti - racconta il 59enne dirigente -. Insieme ai miei docenti, che considero il cuore trainante, ci siamo rimboccati le maniche per adottare una visione sperimentale, generare progresso e motivare i ragazzi. Ho poi aperto all’internazionalizzazione con viaggi e scambi in vari Paesi. Purtroppo il Covid ha bloccato quello previsto in Giappone".

Ieri la scuola ha concluso le attività del ‘Piano estate’, a cui hanno partecipato 22 studenti entusiasti e prima ancora sono stati 341 gli alunni impegnati negli esami di terza. "Esprimo gratitudine al territorio dove abbiamo sede, la zona Ippodromo, ai presidenti di quartiere, all’associazione ‘Dante Alighieri’ e all’Amministrazione che mi ha sostenuto in tanti progetti".