Quotidiano Nazionale logo
30 mar 2022

Energia, bollette quadruplicate Cna e Unicredit per gli artigiani

L’iniziativa presentata ieri: potranno beneficiare di un finanziamento fino a 13 mesi a tassi agevolati

Da sinistra Franco Napolitano, di Cna Forlì-Cesena e Alessandro Alni,. UniCredit
Da sinistra Franco Napolitano, di Cna Forlì-Cesena e Alessandro Alni,. UniCredit
Da sinistra Franco Napolitano, di Cna Forlì-Cesena e Alessandro Alni,. UniCredit

Prezzi dell’energia alle stelle e bollette quadruplicate, nonostante le risorse stanziate dal Governo. Già perché l’impennata dei prezzi, chiariasce Cna Forlì-Cesena impatta sul 95% delle imprese, in particolare sulle imprese artigiane e le Pmi che pagano un prezzo dell’energia quattro volte superiore a quello delle grandi imprese e il 35% in più della media Europea.

Così all’impegno dell’associazione nell’assistenza e nel supporto alle imprese associate con il potenziamento del progetto energia che si occupa di monitorare le offerte dei fornitori, e che stanno coinvolgendo oltre un migliaio di imprese, ora si aggiunge un importante accordo con Unicredit.

Si tratta di un supporto per far fronte ad esigenze di liquidità derivanti dagli aumenti dei prezzi dell’energia che prevede tassi di interesse agevolati sulle richieste specifiche di finanziamento. "Con questo accordo – dichiara Franco Napolitano, direttore generale di CNA Forlì-Cesena – CNA e UniCredit intendono rispondere alle necessità delle imprese in merito a un crescente bisogno di liquidità, con una logica di attenzione e presenza attiva rivolta alle nostre comunità".

"Come già avvenuto in altre situazioni di crisi – sottolinea Andrea Burchi, Regional Manager Centro Nord UniCredit – il nostro Gruppo è in grado di intervenire tempestivamente a supporto delle realtà produttive del territorio. Grazie all’accordo con CNA, le imprese associate possono infatti beneficiare di un finanziamento fino a 13 mesi a tassi agevolati per limitare l’effetto negativo del caro-energia. Ciò si inserisce nel quadro delle misure eccezionali che UniCredit mette a disposizione per le Pmi del Paese, come il plafond da 3miliardi e attività di consulenza specifica, per aiutarle a fronteggiare i rincari energetici e delle materie prime e per supportare le aziende più esposte alle criticità emerse sul fronte degli scambi commerciali internazionali. UniCredit conferma così il proprio concreto impegno nel soddisfare con soluzioni specifiche le reali esigenze degli imprenditori”.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?