LUCA RAVAGLIA
Cronaca

Funerali delle vittime dell’alluvione a Cesena: l’addio a Sauro, Marinella e Riccardo. Video

Affollatissime cerimonie per i coniugi travolti dall'acqua e per l’uomo ucciso dallo smottamento che ha investito il suo giardino

Cesena, 26 maggio 2023 – Comincia sulle note di Romagna Mia l’ultimo viaggio di Sauro Manuzzi e Marinella Maraldi (video), marito e moglie di 69 e 72 anni vittime dell’alluvione che ha messo in ginocchio Cesena e deceduti dopo essere stati travolti da un’ondata d’acqua piombata nelle campagne di Ronta nella tarda sera del 16 maggio. A dire loro addio ci sono oltre seicento persone, compreso il sindaco Enzo Lattuca, l’ex senatrice del Pd Mara Valdinosi e il presidente del quartiere Fabio Pezzi. A rendere omaggio alla coppia alla camera ardente dell’ospedale Bufalini si era recato anche il viceministro alle Infrastrutture Galeazzo Bignami di Fratelli d’Italia.

I funerali delle tre vittime causate dall'alluvione a Cesena (foto Ravaglia)
I funerali delle tre vittime causate dall'alluvione a Cesena (foto Ravaglia)

L’addio a Sauro e Marinella

Il corteo funebre, preceduto dalle corone di fiori del Comune, ma anche, tra gli altri, degli amici del Mercato Ortofrutticolo e della scuola di ballo di Settecrociari, si è mosso a passo d’uomo lungo la via Ravennate, fino alla via Masiera, dove abitavano i coniugi. E qui ci si è fermati per alternare le note musicali (eseguita anche ‘Bella Ciao’) alle parole del parroco don Andrea Budelacci. Sono poi seguiti gli interventi di Pezzi, che ha ricordato il ruolo attivo di Marinella nel Quartiere, accompagnato dal suo inconfondibile e rassicurante sorriso e di Mara Valdinosi, che dopo aver fatto appello alla collettività affinché si operi per fare in modo che tragedie del genere non debbano più verificarsi, ha ricordato i trascorsi antifascisti della famiglia, i cui lontani parenti negli anni della guerra, subirono le ritorsioni del regime.

Leggi anche: Boom di zanzare, l’allerta di Burioni

L’ultimo saluto a Riccardo

Alla stessa ora, a pochi chilometri di distanza, nella chiesa di Calisese, intanto si piangeva anche la terza vittima dell’alluvione cesenate: il 77enne Riccardo Soldati, che ha perso la vita la mattina del il 17 maggio dopo essere stato travolto da uno smottamento piombato fin sull’esterno della sua abitazione. Anche in questo caso la presenza delle autorità si è fatta sentire: al rito ha infatti partecipato, in rappresentanza del Governo, pure il ministro Andrea Abodi, da tempo legato alla città nell’ambito di progetti sportivi. Al suo fianco c’erano il prefetto Antonio Corona, il tenente colonnello dei carabinieri (comandante della compagnia di Cesena) Sabato Simonetti e gli assessori Christian Castorri, Francesca Lucchi e Luca Ferrini.