Cesena, 15 maggio 2018 - Nel pomeriggio di giovedì il Giro d’Italia tornerà a passare da Cesena, in occasione della 12^ tappa da Osimo a Imola.

I corridori in arrivo da Rimini sono attesi nel territorio cesenate intorno alle 15, e attraverseranno la città seguendo il tracciato della via Emilia, per poi proseguire alla volta di Forlì.

Il transito della gara, infatti, comporterà fin dal primo pomeriggio una serie di limitazioni al traffico e alla sosta lungo le strade interessate dalla gara.

Nel dettaglio sarà istituito il divieto di fermata dalle 13,30 alle 16 del 17 maggio nelle strade interessate dal percorso urbano della gara: via Emilia Levante, viale Marconi, viale Oberdan, viale Bovio, viale Europa, via Zuccherificio, Ponte Nuovo, viale Matteotti, viale Cattaneo, via Emilia Ponente.

Invece, dalle ore 14,30 fino alle 15,30 scatterà il divieto di circolazione sull’intero tracciato cesenate della via Emilia , da Case Missiroli a Diegaro, con divieto di transito anche in tutti gli incroci del percorso. Va detto, però, che tutti gli incroci saranno sorvegliati dalle forze dell’ordine e da volontari, che, all’occorrenza, potranno fare attraversare i veicoli nel momento in cui le strade risulteranno libere dal passaggio della carovana o della gara vera e propria, fermi restando gli obiettivi di massima sicurezza.

Da segnalare che, nella stessa fascia 14,30 -15,30, l’Anas chiuderà l’uscita della Secante di Case Castagnoli (dirottando obbligatoriamente il traffico in direzione Rimini verso l’uscita di via Cesenatico), mentre sull’E45 saranno chiuse le due uscite di Cesena Ovest.

Interessato dalle modifiche anche le linee di trasporto pubblico il cui percorso comprende le strade impegnate dal Giro: gli autobus (scolastici o di linea) potranno transitare solo fino alle 14,30 circa. Per questo, gli istituti tecnici il cui orario prevede l’uscita degli studenti alle ore 14, anticiperanno lo squillo della campanella alle ore 13, per consentire ai ragazzi di tornare a casa senza problemi.

A chi avesse necessità di andare verso Rimini o Forlì nel pomeriggio di giovedì, si suggerisce di seguire itinerari alternativi che non comprendano la via Emilia.