Uno steward di Start Romagna
Uno steward di Start Romagna

Cesena, 26 novembre 2021 - Una delle principali novità dell’ultimo decreto del consiglio dei ministri riguarda i trasporti. Dal 6 dicembre e fino al 15 gennaio (con possibile proroga) sarà obbligatorio dai 12 anni in su il ‘green pass base’ (ossia quello classico che tutti già conosciamo, che si ottiene con vaccino, guarigione da Covid o tampone negativo) per il trasporto pubblico locale e per quello regionale.

Super Green pass, dove serve e dove no. Resta libero l'accesso ai supermercati

Dunque, per salire su un autobus in città bisognerà riportare ‘almeno’ l’esito negativo di un test del tampone. Una condizione che crea disagi, e costi, a chi ha deciso di non scegliere la strada del vaccino. "E’ un obbligo che fino a questo momento non c’era – spiegano da Start Romagna – ed ora stiamo aspettando una circolare governativa che arriverà a chiarire come ci dovremo comportare dal 6 dicembre". Facile insomma fare la legge, ora la difficoltà starà nell’applicarla.

Un pensiero preoccupante vola subito al trasporto scolastico. Che succede al ragazzino sopra i 12 anni che non è stato vaccinato? Nel decreto appena varato non vi sono esenzioni particolari per determinate categorie di persone, per cui anche gli studenti sopra i 12 anni non vaccinati, per salire sull’autobus dovranno effettuare il tampone, sebbene in classe possano entrare anche senza.

"E’ una situazione davvero difficile – afferma Raffaele Rossi, delegato di Start Romagna della Fit Cisl – un’imposizione che costringerà le famiglie di ragazzi e bambini non vaccinati che frequentano le scuole medie e le superiori, a sostenere il costo dei tamponi per il tragitto da casa a scuola. Una spesa che le famiglie non avevano messo a bilancio". La novità lascia sconcertate le famiglie che dovranno farsi carico di tre tamponi a settimana per i figli non vaccinati, mentre si spera in deroghe dell’ultimo minuto, in faq governative di chiarimento e speciali esenzioni per gli studenti.

Altro nodo intricato è quello dei controlli che andranno rafforzati sul trasporto locale. A stabilire chi e come dovrà effettuare le verifiche sarà una circolare del ministero dei trasporti. "Tale misura non era stata ancora introdotta per la difficoltà dei controlli che saranno effettuati a campione e non su ogni persona – dice Rossi - saranno coinvolte le prefetture e i controlli sembra debbano essere a carico delle forze dell’ordine, ma a nessuno sfugge che saranno difficili da attuare".

Covid: le notizie di oggi

Emilia Romagna, l'ultimo bollettino

Zona gialla e arancione, le regole e cosa cambia con il super Green Pass

Covid oggi, incidenza da zona gialla in dieci province di Emilia Romagna, Marche e Veneto

Mappa covid Europa, Emilia Romagna in zona rossa con Veneto e Marche