Amadori è la prima azienda italiana del settore alimentare a ottenere la certificazione del Sistema di Credit Management. La certificazione, che avrà durata triennale e sarà subordinata all’esito positivo di periodiche verifiche ispettive, è uno strumento di controllo che consente di mitigare il rischio sui...

Amadori è la prima azienda italiana del settore alimentare a ottenere la certificazione del Sistema di Credit Management. La certificazione, che avrà durata triennale e sarà subordinata all’esito positivo di periodiche verifiche ispettive, è uno strumento di controllo che consente di mitigare il rischio sui crediti. La certificazione del Sistema di Credit Management, spiega l’azienda in una nota, è sinonimo di omogeneità, adeguatezza, trasparenza e ripetitività dei processi interni del servizio di gestione del credito. Rappresenta, inoltre, una garanzia nei confronti degli stakeholder di riferimento (soggetti o organizzazioni attivamente coinvolte in un’iniziativa economica), come banche, assicurazioni, clienti e fornitori, confermando il controllo del sistema e la sua conformità alla UNIPdR 44, una prassi che estende i propri effetti sull’intero processo di gestione del ciclo attivo e sul miglioramento dei flussi informativi tra le funzioni aziendali interessate. La certificazione è stata rilasciata dalla sede italiana di Intertek, tra le realtà leader a livello mondiale per soluzioni di Total Quality Assurance dedicate alle industrie. "Siamo soddisfatti di questo importante risultato - commenta Francesco Berti, amministratore delegato del gruppo Amadori -. Una corretta gestione del credito assume una rilevanza fondamentale per la gestione della liquidità. Garanzia che ci permette di guardare al futuro e che conferma il gruppo Amadori un interlocutore di riferimento anche alla luce del piano di investimenti di 500 milioni di euro in cinque anni".