Cesenatico (Cesena), 16 aprile 2018 - L’utilizzo dei telefonini alla guida è uno dei problemi maggiormente sentiti. Sulle strade il pericolo è costante, visto che si vedono automobilisti che telefonano, scaricano e inviano messaggi mentre sono al volante. I rischi sono alti per chi guida e soprattutto per chi incrocia queste persone irresponsabili. Tuttavia pizzicare sul fatto i trasgressori non è facile, perché alla vista delle pattuglie questi lasciano cadere il cellulare sul sedile lato passeggero o lo ripongono nel cruscotto.


Il comune di Cesenatico ha deciso di investire nella sicurezza sulle strade e la polizia municipale ha attivato nuovi progetti, tra cui uno proprio finalizzato a risolvere questo problema. Da gennaio ad oggi sono 94 le sanzioni accertate direttamente in strada, con l’ausilio, dal mese scorso, di auto civetta che affiancano, dopo breve inseguimento, i trasgressori. Questo per evitare improvvise azioni di occultamento e cogliere chi non rispetta il regolamento.


Fra i 94 trasgressori c’è soltanto un neo patentato e i multati sono equamente divisi fra donne e uomini. Tale attività, che ha visto impegnati i nuclei di Pronto intervento-Infortunistica e la Vigilanza di quartiere, ha anche registrato altri accertamenti legati a violazioni di altre norme del Codice della strada: 31 sanzioni per il mancato uso di cinture di sicurezza; 26 per il mancato rispetto delle norme di comportamento e 15 violazioni per eccesso di velocità con telelaser, di cui otto con decurtazione di 3 punti. Ricordiamo che l’uso del telefonino al volante comporta una multa di 161 euro e la decurtazione di 5 punti sulla patente di guida, con sospensione della patente in caso di recidiva nell’arco di un biennio.

Il sindaco Matteo Gozzoli è soddisfatto: “Attraverso l'ottimo lavoro del comandante Edoardo Turci facciamo prevenzione ed evitiamo incidenti".