di Annamaria Senni Claudio Balestri, presidente di ‘Oikos, la pittura ecologica dal 1984’, in occasione della giornata dell’ambiente che si svolgerà domani apre le porte della sua splendida tenuta di Gabicce, un luogo immerso nella natura dove il verde dell’immenso parco si confonde con l’azzurro del mare su cui domina l’‘Oasi Oikos’. L’azienda innovativa, ‘Oikos, La Pittura Ecologica’ di Gatteo sin dalla sua nascita, nel lontano 1984, ha scelto di perseguire una produzione interamente sostenibile, nel rispetto dell’ambiente e della salute delle persone. La tenacia, l’innovazione e la volontà del...

di Annamaria Senni

Claudio Balestri, presidente di ‘Oikos, la pittura ecologica dal 1984’, in occasione della giornata dell’ambiente che si svolgerà domani apre le porte della sua splendida tenuta di Gabicce, un luogo immerso nella natura dove il verde dell’immenso parco si confonde con l’azzurro del mare su cui domina l’‘Oasi Oikos’. L’azienda innovativa, ‘Oikos, La Pittura Ecologica’ di Gatteo sin dalla sua nascita, nel lontano 1984, ha scelto di perseguire una produzione interamente sostenibile, nel rispetto dell’ambiente e della salute delle persone. La tenacia, l’innovazione e la volontà del suo fondatore, Claudio Balestri, unite ad un team di collaboratori che ha saputo interpretarne i principi, hanno permesso all’azienda di essere oggi la prima fabbrica di colori totalmente Green. L’Oasi Oikos che verrà inaugurata domani (‘oasi’ è l’acronimo di organizzazione per l’ambiente, la sostenibilità e l’innovazione) si estende su ben 130.000 metri quadri nel parco naturale San Bartolo, situato tra Marche e Romagna, sul promontorio che sovrasta Baia Vallugola. Chi non potrà presenziare, potrà ammirare ogni momento della giornata sui social: una giornata che rappresenta un momento di vicinanza e contatto con la bellezza insita della natura, capace di sviluppare ispirazione a unione nell’essere tutti più attenti nel rispettarla. Claudio Balestri, ha voluto condividere con gli altri questo spettacolo della natura ed ha indietreggiato i confini della proprietà, attrezzando la recinzione e permettendo a chiunque di poter percorrere il sentiero, diventato meta di passeggiate ed escursioni.

"Il cambiamento va prima di tutto pensato e voluto - commenta Claudio Balestri, Presidente di Oikos -. Ogni produttore ha una forte responsabilità in questo, è colui che propone al mercato i prodotti da acquistare, che inserisce nella propria proposta materiali, servizi e tecnologie, che condiziona il consumatore con la sua forza pubblicitaria, e fino ad oggi lo ha fatto troppo spesso senza pensare all’ambiente ma privilegiando i propri interessi economici. Se tutti producessimo materiali che non rechino danno all’ecosistema, fra qualche anno il nostro impatto sull’ambiente verrebbe drasticamente alleggerito".

Il programma della giornata inaugurale all’Oasi Oikos di Gabicce è ricco e intenso. Si parte alle 10 con attività sportive e culturali, segue il pranzo al sacco sui prati (organizzato personalmente dai partecipanti), dopo il relax all’ombra delle querce secolari, ci saranno le attività per i più piccoli, le passeggiate accanto ai cavalli, la musica dal vivo, le attività artistiche per i bambini, la lettura di poesie e tanto altro ancora. Si terminerà con l’apericena alle 20 (sempre al sacco), il concerto sul calar del sole e la chiusura alle 22 con l’osservazione di stelle e pianeti. Una giornata memorabile, all’insegna del relax e della natura che sarà difficile da dimenticare. Per accedere all’area sarà necessario registrarsi online o direttamente sul posto, in linea con le normative sanitarie vigenti Covid19.