Quotidiano Nazionale logo
10 apr 2022

"Il mio viaggio tra fisica e YouTube"

Davide De Biasio chiude la rassegna ’Digitali Purpurei’ a Villa Torlonia con i suoi ’Spazi attorcigliati’

La fisica si fa pop ed è protagonista dell’ultimo appuntamento della rassegna "Digitali Purpurei - Gli youtuber vanno in scena" in programma oggi alle 16 a Villa Torlonia. A dialogare con Roberto Mercadini ci sarà Davide De Biasio, dottorando e youtuber noto per aver reso la fisica accessibile a tutti attraverso il suo canale di divulgazione scientifica. Al centro dell’evento, la grande suggestione dei viaggi nel tempo tra Einstein, Godel e le serie tv.

De Biasio, cosa porta in scena?

"Qualcosa che sta a metà tra ciò che faccio su YouTube e il mio lavoro di dottorando in fisica teorica. Parlerò in particolare di viaggi nel tempo, e lo farò non solo con la fisica, ma con riferimenti alla letteratura fantascientifica e ai film della Marvel o di Netflix. Un taglio molto divulgativo e accessibile a chiunque, non ci sono tecnicismi o equazioni".

Una fisica pop?

"E’ una chiacchierata tra amici. Come un pasticcere che racconta come si fanno i pasticcini, io cerco di raccontare come fossi al bar o a un falò tra amici cosa sappiamo nel 2022 sui viaggi nel tempo. Oltre a passare una bella serata, l’obiettivo più importante è tirar fuori dalla fisica delle attitudini e dei comportamenti che possono essere utili nella vita di tutti i giorni".

Com’è nata la passione per la fisica?

"Sono sempre stato un curiosone, il mio gioco da bambino era prendere libri sul pianeta e sui dinosauri, scappare e cercare sconosciuti nelle panchine a cui raccontare le cose che avevo imparato. Da una parte la curiosità, quindi, e dall’altro il desiderio di ammorbare le persone intorno a me".

Un interesse che ha coltivato con gli studi.

"Dopo un diploma al liceo scientifico, mi sono spostato a Trieste per la laurea triennale e poi a Monaco di Baviera per seguire una magistrale a metà tra la fisica teorica e la matematica".

Quando è sbarcato su YouTube?

"Alla fine del mio primo anno di magistrale, con un video proprio sui viaggi nel tempo. Il canale è nato come crocevia tra fisica, filosofia, letteratura e fantascienza, le mie passioni principali. All’inizio avevo copioni molto precisi, mentre oggi improvviso in streaming davanti a un pubblico virtuale. YouTube è la piattaforma migliore per la divulgazione scientifica, ma uso anche Twitch per parlare con la mia comunità. Le piattaforme offrono un palcoscenico che fisicamente non si può avere. Ma lo spettacolo dal vivo è la cosa che mi piace di più".

Che tipo di pubblico ha?

"Vecchi appassionati della materia, ragazzini che sognano di fare fisica nella vita, ma anche persone fuori da questo mondo che seguono la divulgazione."

Che difficoltà ci sono nella divulgazione?

"Gli spettatori non sono tecnici e non sanno quando stai mentendo o sei onesto. Io prendo molto sul serio chi mi ascolta e cerco di mantenere la maggior onestà intellettuale possibile".

Cristina Gennari

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?