Quotidiano Nazionale logo
5 apr 2022

"Il Papa non sia equidistante tra vittime e carnefice"

"Il Papa sceglie l’equidistanza": così titola il Carlino di oggi 4 aprile e ha perfettamente ragione. Il Papa aggiunge ‘tutti colpevoli’. E no! caro Bergoglio. Io non voglio insegnarLe a fare il Papa, continui pure a fare quello che nei secoli la Chiesa cattolica ha sempre fatto, la complicità e benevolenza con i tiranni. Solo il secolo scorso, la Chiesa cattolica ha dimostrato la sua connivenza con Hitler, Pinochet, Francisco Franco e Salazar.tutti dittatori e tutti gratificati dalla Chiesa. Le chiedo solo di non fare il Papa come gli altri, ma di essere uomo giusto. Non si possono considerare colpevoli allo stesso modo assassini e assassinati, violentatori e violate, torturatori e torturati. No, bisogna essere sempre dalla parte degli innocenti, dei deboli, delle mamme e delle figlie, di chi si batte per la libertà. Altrimenti forse è meglio il silenzio e ,se poi vuole andare a Kiev, lo faccia senza traccheggiare. ha sempre un aereo pronto e dipende solo da Lei andarci. Lasci stare i piccoli cabotaggi diplomatici , tra l’essere e il non essere, ben altro rivoluzionario è stato Cristo, che non ebbe paura della dittatura romana. Dimostri di esserne fedele seguace e rappresentante.

Felice Milella

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?