Invecchiamento in aumento e calo di badanti

L'invecchiamento della popolazione in Romagna porta a una carenza di badanti e colf, con un aumento significativo degli anziani e una diminuzione dei servizi di assistenza. La situazione preoccupante evidenziata dai dati Istat e Inps richiede interventi urgenti.

Invecchiamento in aumento e calo di badanti

Invecchiamento in aumento e calo di badanti

L’invecchiamento della popolazione e la carenza di badanti e colf rappresentano una sfida seria ed urgente per la Romagna. È l’analisi approfondita dei dati Istat e Inps, elaborati da Cisl Romagna, che prevede un quadro preoccupante. Le province di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini stanno assistendo ad un’impennata della popolazione over 80. Negli ultimi dieci anni, il numero di anziani in queste province è aumentato rispettivamente del 14,78% a Forlì-Cesena, del 10,78% a Ravenna e del 21,32% a Rimini. Un aumento importante che ha fatto esplodere la domanda di assistenza domiciliare. Ma mentre la richiesta di assistenza cresce, l’offerta di badanti e colf si assottiglia drammaticamente. I dati Inps mostrano un crollo dei contratti di colf che supera il 30% in tutte e tre le province, con un picco negativo del -34,87% a Forlì-Cesena.

Anche la situazione dei badanti non è molto rosea. Le cause di questa crisi sono diverse e complesse. Una delle ragioni principali è la scarsa attrattività del settore domestico, caratterizzato da stipendi bassi ed attività precaria, legata alle esigenze delle famiglie. Il lavoro nero è molto diffuso in questo settore, con un numero sempre alto di colf e badanti non regolarizzate tramite contratto. "L’invecchiamento della popolazione romagnola non è più solo un dato statistico, ma una vera e propria bomba ad orologeria pronta ad esplodere – dichiara il segretario generale CISL Romagna Francesco Marinelli –. La domanda di assistenza domiciliare cresce, mentre il numero di colf e badanti si assottiglia drammaticamente, lasciando intravedere un futuro allarmante per i nostri anziani". Negli ultimi dieci anni, la popolazione over 80 della provincia di Forlì-Cesena è aumentata significativamente, passando da 28.868 persone nel 2014 a 33.163 nel 2023 con un incremento del 14,78%.