Ippica, Tqq nel segno dell’Anioc al Savio. Sedici cavalli al via nel Memorial Ciani

La serata inizierà alle 21 con cavalli di 4 anni guidati dai gentleman. Il clou alla sesta corsa con sette velocisti che promettono faville

Ippica, Tqq nel segno dell’Anioc al Savio. Sedici cavalli al via nel Memorial Ciani

Ippica, Tqq nel segno dell’Anioc al Savio. Sedici cavalli al via nel Memorial Ciani

La serata di corse al trotto di oggi, martedì, all’Ippodromo del Savio è dedicata alle varie articolazioni dell’Anioc, l’Associazione degli insigniti di onoreficenze cavalleresche che nella provincia di Forlì-Cesena ha una sezione molto attiva.

Dal punto di vista degli appassionati dei pronostici e delle scommesse l’evento più importante è la corsa tris/quarté/quinté intitolata alla memoria del commendator Giuseppe Ciani, collocata come quarto evento (ore 22.15). Al via ci saranno 16 cavalli di cinque anni e oltre schierato su due nastri: al primo nastro, a 2060 metri, dieci cavalli di categoria G, al secondo, distanziati di venti metri, sei cavalli di categoria F. Attalo e Luca Lovera vestiranno i panni della lepre grazie all’eccellente collocazione all’estarno della prima fila del primo nastro col mumenro 5, mentre Caravaggio Grif con Giulia Deschi è l’alternativa più concrete tra i compagni di nastro. A quota 2080 venti spiccano le presenze di Castore Lux, Detto Jet e Certezza Grim.

Il clou della serata, dal punto di vista tecnico, è il Premio Anioc Forlì - Cesena’, sesta corsa con sette cavalli di cinque anni e oltre. Burraio Op guidato da Roberto Vecchione è l’osservato speciale, ma dovrà riuscire ad andare in testa dall’ostico numero sei e andare forte perché gli avversari sono molto agguerriti, da Axel degli Ulivi a Bonetto Star e Bacigalupo Font, in trasferta dalla Campania.

La serata inizia alle 21 (dopo due prove di qualifica) con i gentleman alle redini di dieci cavalli di quattro anni ancora alla ricerca di una dimensione atletica definita; per questo motivo il pronostico si affida all’esperienza di Filippo Monti tornato in attività dopo una primavera di dubbi e chiamato ad interpretare Escamotage Bi, mentre l’emergente Massimiliano Michelotto improvviserà Elena alla prima uscita al nord. Da seguire la coppia marchigiana Evoque Rek, Engy di Jesi, rispettivamente guidate da Giuseppe Colantonio. Interessante anche la settima e ultima corsa con dieci cavalli di tre anni alla ricerca della prima vittoria in carriera; difficile il pronostico con Fire Bomb Treb che torna in pista col nuovo allenatore Lorenzo Baldi, Fever Tree Effe in progresso all’ultima uscita con Carmine Piscuoglio, e Frizzo che la proprietaria Giulia Deschi e il trainer Francesco Tufano consegnano con fiducia al top driver Roberto Vecchione.

A metà serata, tra una corsa e l’altra, inizierà la rassegna ‘Autori in pista’: intervistato dal giornalista Paolo Morelli, lo scrittore ravennate Paolo Casadio, vincitore del Premio Francesco Serantini nel 2017 col romanzo ‘La quarta estate’, presenterà il suo ultimo romanzo ‘Giotto coraggio’ (Manni editore) che ne rappresenta il seguito.

re.ce.