Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
19 giu 2022

"La crisi energetica? Ho la soluzione"

L’inventore Vittorio Rinaldini sostiene di aver messo a punto un sistema per produrre elettricità dalle reti idriche urbane

19 giu 2022
mariasole picchi
Cronaca
Vittorio Rinaldini con uno dei suoi macchinari (foto Luca Ravaglia)
Vittorio Rinaldini con uno dei suoi macchinari (foto Luca Ravaglia)
Vittorio Rinaldini con uno dei suoi macchinari (foto Luca Ravaglia)
Vittorio Rinaldini con uno dei suoi macchinari (foto Luca Ravaglia)
Vittorio Rinaldini con uno dei suoi macchinari (foto Luca Ravaglia)
Vittorio Rinaldini con uno dei suoi macchinari (foto Luca Ravaglia)

di Mariasole Picchi Un estro innato, la passione per la scienza, la meccanica, la medicina e chi più ne ha più ne metta. Si tratta del cesenate 74enne Vittorio Rinaldini, dotato di una voglia sconfinata di sapere, di una bramosia di conoscere, di creare e soprattutto di una spiccata attitudine all’invenzione. Rinaldini si definisce un ‘Inventore’ con la i maiuscola. Nonèe che ancora non pienamente soddisfatto delle passate ideazioni, alcune andate a buon fine e altre no, e sostiene convintamente di avere tra le mani una nuova ingegnosa trovata. Un meccanismo per riuscire a fornire l’elettricità a chiunque la richieda e senza più dover sborsare un solo euro. Decisamente una rivoluzione in questo periodo di crisi energetica. "Da Ponte Vecchio fino a Case Finali, grazie all’installazione di tre postazioni e solo con un costo iniziale per montarle, - spiega Vittorio Rinaldini - potrei accendere tutti i lampioni presenti in quel tratto di strada, e lo stesso nelle abitazioni private, si pensi alle numerose case popolari che potrebbero avere la luce gratuitamente". Un’ iniziale titubanza nell’immaginare la possibilità di avere la corrente elettrica gratis è scontata, ma l’inventore Rinaldini ha già testato vari prototipi del macchinario e rassicura sul loro effettivo funzionamento. Di cosa si tratta in concreto? Par di capire che la sua idea rivoluzionaria sia una sorta di centrale idroelettrica in miniatura applicata alla rete idrica. Sarebbe l’uovo di Colombo, ma l’inventore glissa sui particolari tecnici. "Non vorrei svelare ogni particolare del meccanismo - confessa -, ma posso dire che le eliche all’interno dei tubi girerebbero grazie alla pressione dell’acqua rendendo possibile la fornitura della corrente. Mi sono già messo in contatto con la pubblica amministrazione di vari comuni che hanno espresso interessamento e appoggio per l’approvazione della mia invenzione. A breve dovrò incontrare Isabella Conti, la sindaca di San Lazzaro di ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?