Quotidiano Nazionale logo
7 mag 2022

La scuola di Sant’Egidio sarà demolita e rifatta

Grazie al finanziamento di oltre 11 milioni dal Pnrr può partire il progetto di un nuovo edificio per la scuola media

elide giordani
Cronaca

di Elide Giordani

Colpo grosso per la scuola media di Via Anna Frank a Sant’Egidio. Grazie al Pnrr, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilenza, arrivano 11 milioni e 436 mila euro per abbattere e ricostruire ex novo il plesso attuale datato 1969, un fabbricato che si è lasciato alle spalle da tempo efficienza e spazi sostenibili. Il pacchetto va naturalmente al Comune di Cesena che ha presentato un progetto che ha saputo mettere in fila sicurezza, benessere e risparmio energetico così come richiesto dal Pnrr, ma la progettazione verrà affidata dal Ministero dell’Istruzione attraverso un apposito concorso nazionale. Dal canto suo il Comune aggiungerà ulteriori risorse. I lavori dovrebbero essere conclusi entro settembre 2026.

"E’ un grande risultato - commenta il sindaco Enzo Lattuca - che guarda al presente e al futuro di Cesena e che ci consente di concretizzare un progetto atteso dai cittadini". "Nella stessa area dove sorge l’attuale polo scolastico - annuncia il sindaco - oltre alla realizzazione del nuovo plesso, prevediamo servizi sportivi e aree verdi. Il tutto secondo ambienti innovativi e rispondenti alle attuali esigenze".

Come è già avvenuto nel caso delle nuove scuole elementari di Martorano, Sant’Egidio e a San Vittore, il nuovo plesso consentirà a studenti, insegnanti e a tutti coloro che lavorano nell’ambito educativo, di fruire di spazi inclusivi, innovativi, accoglienti e sostenibili. "Con il reperimento di queste risorse, assegnate alla proposta presentata dagli uffici dei Lavori Pubblici - evidenzia Lattuca - il Ministero premia l’aderenza ai parametri di valutazione che riguardano principalmente la demolizione e la costruzione con riduzione del volume del fabbricato, la vulnerabilità sismica e l’inserimento del progetto all’interno della programmazione regionale. Dopo gli 11 milioni e 913 mila euro assegnati a Cesena con il progetto ‘Qualità dell’Abitare’, che riguarda il complesso monumentale del Roverella, e i 10 milioni destinati alla riqualificazione dell’area stazione, mettiamo a segno un altro successo. Il lavoro da fare è tanto ma ce la metteremo tutta per intercettare nuove risorse concretizzando progetti per la città". La nuova scuola ospiterà 18 classi, con un massimo di 25 alunni per ciascuna, per un totale di 450 studenti.

L’intervento prevede la demolizione di due edifici facenti parte del plesso attuale e la realizzazione di un unico edificio. Al fine di consentire la continuazione delle attività didattiche, l’edificazione del nuovo edificio si svilupperà attraverso distinte fasi, in modo da costruire la nuova palestra con relativi servizi e, successivamente, la nuova scuola, che sarà collocata verso il lato nord del lotto scolastico. La nuova palestra dovrà essere realizzata in modo che possa essere fruibile direttamente anche dall’esterno per attività sportive e associazioni dilettantistiche negli orari extrascolastici. In seguito, in corrispondenza con la conclusione dell’intervento, si procederà con la demolizione dell’intero vecchio edificio e al relativo trasloco. Il progetto prevede anche la realizzazione di percorsi pedonali di accesso, aree verdi con installazione di attrezzature sportive.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?