Quotidiano Nazionale logo
15 apr 2022

La sicurezza dei quartieri corre sotto terra

Proseguono i lavori a Torre del Moro per i sette chilometri di fibra ottica che serviranno per attivare la videosorveglianza

luca ravaglia
Cronaca
Il sindaco Enzo Lattuca sul cantiere della Rete Man a Torre del Moro
Il sindaco Enzo Lattuca sul cantiere della Rete Man a Torre del Moro
Il sindaco Enzo Lattuca sul cantiere della Rete Man a Torre del Moro

di Luca Ravaglia

La sicurezza della città corre sotto terra, insieme alla fibra ottica della rete ‘Man’ attraverso la quale l’amministrazione comunale intende coprire l’intero territorio per poi collocare telecamere e altri strumenti di gestione dell’impianto nei punti ritenuti strategici. "L’opera – commenta Salvatore Virzi della 0.3 srl, ditta che segue i lavori insieme alla Ceit spa - è estremamente funzionale ad essere adattata a nuove future esigenze. Al momento stiamo infatti collocando tre tubi, uno dei quali verrà utilizzato per la rete delle telecamere di sicurezza, mentre gli altri resteranno a disposizione per qualunque altra esigenza. Ma non basta, perché circa ogni 150 metri vengono collocati dei pozzetti attraverso i quali è possibile intervenire sulla rete approntando in pratica qualunque tipo di intervento". Il tema è particolarmente attuale perché già in diverse zone della città – il centro storico su tutte – dove i primi occhi elettronici sono stati collocati, stanno arrivando richieste da parte dei residenti di implementare la rete, per garantire sicurezza anche alle aree ‘scoperte’. Nel caso specifico, i lavori attualmente in corso riguardano sette chilometri di nuova infrastruttura: a Torre del Moro, dalla rotonda dalla rotonda del Famila, la rete si dipanerà verso le tre direttrici San Vittore, Diegaro e Pievesestina. La videosorveglianza sarà ottimizzata grazie a un sistema di connettività comunale realizzato tramite una fitta rete di telecomunicazioni in grado di veicolare il flusso dei dati dai singoli punti fino al centro di elaborazione. La realizzazione di questo sistema prevede l’esecuzione di una infrastruttura in fibra ottica e di opere impiantistiche e informatiche divise in più lotti. "Queste operazioni dirette da Energie per la città – commenta il sindaco Enzo Lattuca – rientrano nel progetto ‘Man’ del nostro comune. Nel corso di queste settimane le ditte incaricate sono impegnate nella predisposizione dell’infrastruttura in tubi in cui passerà la fibra ottica. Successivamente si procederà con il posizionamento degli armadi stradali e delle telecamere di videosorveglianza e di lettura targhe, con l’estensione della connettività agli edifici pubblici come le scuole, le sedi di quartiere, il presidio di protezione civile. La straordinarietà di questo intervento, che ha una dotazione finanziaria che consentirà anche di installare in 68 punti di controllo telecamere di videosorveglianza e ulteriori 22 di lettura targhe in altrettante aree strategiche, è dovuta all’utilizzo della tecnologia a perforazione orizzontale no-dig, che consente la posa in opera di tubazioni e cavi interrati senza ricorrere a scavi a cielo aperto e senza causare modifiche alla viabilità né disagi alla circolazione".

È attualmente in fase di esecuzione il secondo lotto: i lavori, di un importo pari a 734.116,00 euro, hanno avuto inizio il 15 dicembre 2021 e termineranno entro la fine di luglio 2022. Il progetto complessivo prevede l’installazione di 450 telecamere. Le opere relative al primo stralcio hanno interessato il centro urbano, l’Osservanza, Ponte Abbadesse, la zona stadio e l’area della stazione ferroviaria.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?