Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
9 giu 2022

Le ’Tre Piazze’ adesso iniziano a fare gola

Lo storico bar pasticceria Tazza d’oro si sposta in galleria Almerici di fronte al Babbi Caffé. L’agente immobiliare: "Apriranno altri bar"

9 giu 2022
andrea alessandrini
Cronaca

di Andrea Alessandrini

Comincia a far gola piazza Almerici, in buona parte liberata dai lavori dal cantiere con una fetta di suolo pubblico assegnato a Babbi Caffé, protagonista incontrastato dello spazio già recuperato, dopo aver avuto banchi e sedute durante i lavori nel rettangolo di piazza Fabbri adiacente al palazzo del Ridotto. A breve non sarà più solo e aprirà un altro esercizio pubblico ad arricchire il passaggio, posto tra la piazza e corso Mazzini: si tratta del bar-pasticceria la Tazza d’oro, che si trasferirà dall’attuale locale sotto il porticato di corso Mazzini negli spazi con più vetrine in galleria Almerici che ha ospitato per decenni uno dei mostri sacri commerciali del centro storico, l’oreficeria Comandini-Valducci, chiusa nel 2019.

La Tazza d’oro è uno dei bar pasticceria storici del centro storico cittadino fin dagli anni Sessanta passato di gestione in gestione conservando il nome, sino a quella attuale, molto intraprendente, che punta alla crescita del locale accogliendo nuove sfide. Il trasferimento dovrebbe avvenire a breve e in piazza Almerici probabilmente potrà offrire spazio per una striscia di ombrelloni, sedie e tavoli in piazza Almerici. La decisione spetta al Comune di Cesena di concerto con la Sovrintendenza. Si tratterà di una iniezione di fiducia anche per galleria Almerici dove si trovano alcuni locali sfitti : ex negozi di abbigliamento – e nei cui paraggi , a Casa bufalini, è stato aperto nei mesi scorsi il Caffé della Biblioteca, con un cortiletto e ingresso da piazza Bufalini.

Da galleria Cavour, tra corso Cavour e via Marinelli – dove diversi anni era stato avviato un progetto per creare punti vendita gastronomici che ad oggi non ha avuto seguito, si è trasferito il ristorante pizzeria ’Lucullo’, che ha trovato sede in via Saffi nella rotonda tra Lugaresi e Ponte Vecchio.

"Avevamo aperto nel 2010– rievoca - dichiara il titolare Josef Fresegna– e abbiamo deciso di sposarci per essere più raggiungibili e poter avere spazio anche all’esterno nei mesi estivi". Nei locali interrati di galleria Cavour Lucullo aveva proseguito l’attività di un altro esercizio pubblico storico cittadino, il ristorante pizzeria ’Da Pino". Negli ultimi mesi in piazza Amendola ha aperto ’Monkey’, in via Zefferino Re ’Semplice’ in locali che per decenni sono stati appannaggio di boutique.

"Il dato di fatto più evidente ormai da qualche anno e anche nel post-pandemia – mette in luce l’agente immobiliare Marilena Cecchini – è la crescita di bar e ristoranti e punti gastronomici, mentre avanza più a rilento l’apertura di negozi delle al bar e ristoranti sono in vista nei pressi delle ’Tre Piazze’. Altre aperture sono in vista. Si consolida anche il fenomeno di imprese importanti che cercano in centro una vetrina di rappresentanza per entrare in contatto con i clienti: a breve all’angolo tra via Strinati e corso Mazzini aprirà un negozio di una azienda che vende energia green da fonti rinnovabili".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?