Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Sicurezza, il sindaco Lucchi chiede di impiegare gli allievi del Caps

Lettera a Salvini per sollecitare l’utilizzo degli agenti in formazione anche in compiti di vigilanza notturna

Ultimo aggiornamento il 30 agosto 2018 alle 16:44
RAVAGLIA 03/11/16 CESENA COMMISSIONE CONSILIARE SUL CASO TOMMASO DIONIGI E CESENA LAB - PAOLO LUCCHI

Cesena, 30 agosto 2018 – Dopo la ‘spaccata’ notturna al caffé Babbi in pieno centro, a Cesena torna la preoccupazione per una recrudescenza del fenomeno dei furti a negozi e locali pubblici. Per incrementare la presenza di forze dell’ordione in città, il sindaco Paolo Lucchi lancia la proposta di utilizzare anche gli allievi agenti del Caps per compiti di vigilanza e pattugliamento. Lucchi ha inviato una lettera al ministro dell’Interno Matteo Salvini proponendo un ‘patto’. Da un lato il Comune è pronto a incrementare il suo impegno nell’utilizzo della polizia municipale e nell’ampliamento della videosorveglianza col coinvolgimento anche dei privati, dall’altro richiede a Salvini di rinforzare l’organico della polizia con gli allievi del Caps.

Lucchi chiede che «nell’ambito del percorso di formazione dei futuri agenti, sia previsto il rafforzamento dei pattugliamenti notturni della nostra città ed in particolare del centro storico, anche con l’impegno giornaliero di non meno di 20 agenti (sui 265 attualmente impegnati all’interno del Caps). So bene come le norme attualmente in vigore non lo prevedano (poiché gli Allievi poliziotti non sono ancora qualificati come Agenti effettivi), ma mi permetto un quesito: quale miglior modo vi potrebbe essere per completare il loro percorso di formazione, se non svolgendo un compito che, immagino, inevitabilmente ne caratterizzerà da subito l’operato, a qualunque città siano destinati?». Gli allievi potrebbero essere impiegati in pattuglie miste con agenti effettivi, così come già si fa altrova coi militari.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.