Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
4 giu 2022

"L’informazione stimola la crescita"

"Questa iniziativa è preziosa perché permette ai ragazzi di mettersi in gioco e sviluppare il loro senso critico"

4 giu 2022
annamaria senni
Cronaca
Roberto Romagnoli, presidente del Credito cooperativo romagnolo
Roberto Romagnoli, presidente del Credito cooperativo romagnolo
Roberto Romagnoli, presidente del Credito cooperativo romagnolo
Roberto Romagnoli, presidente del Credito cooperativo romagnolo
Roberto Romagnoli, presidente del Credito cooperativo romagnolo
Roberto Romagnoli, presidente del Credito cooperativo romagnolo

di Annamaria Senni

Roberto Romagnoli, presidente del Credito Cooperativo Romagnolo, il Campionato di Giornalismo è terminato, cosa ha lasciato ai giovani questa esperienza di cronisti?

"E’ stata un’occasione di crescita, vissuta come momento alternativo alle lezioni in classe, ha consentito ai ragazzi di mettersi in gioco, verificare le fonti, volgere uno sguardo critico e attento, trasmettendo loro l’importanza della corretta informazione e dell’approfondimento". Nel 2022 perché è importante anche per gli adolescenti avvicinarsi alla carta stampata?

"Perché per una maggiore consapevolezza di ciò che accade nel mondo è importante essere informati, ma soprattutto è fondamentale saper filtrare le informazioni. Tutti quelli delle generazioni precedenti sono cresciuti con il giornale sottobraccio, che era una certezza, mentre oggi a dominare sono il web e i social, in un contesto di iper informazione, in cui bisogna essere abili a districarsi mantenendo uno sguardo critico, eludendo le false notizie. I quotidiani rappresentano l’informazione qualificata, stimolano il confronto e la discussione fra i ragazzi contribuendo alla formazione del proprio pensiero".

Voi come banca del territorio cesenate e romagnolo siete molto vicino ai giovani e proponete numerose iniziative. Quali?

"Il Credito Cooperativo Romagnolo rinnova l’attenzione verso i giovani conferendo valore all’impegno e al merito attraverso un contributo in denaro a coloro che hanno saputo fare la differenza studiando. Ogni anno si erogano borse di studio ai giovani soci e figli di soci del Credito Cooperativo Romagnolo che si sono distinti per merito scolastico ed hanno ottenuto il massimo dei voti. Nel 2021 sono state riconosciute 38 borse di studio, suddivise tra 12 diplomi, 12 lauree triennali e 14 lauree magistrali. Un’altra forma di sostegno allo studio è quella che passa attraverso la Fondazione Giancarla Casalboni, di cui il Credito Cooperativo Romagnolo è socio fondatore: in questo caso la borsa di studio è di 20.000 euro. Al momento sono 5 i ragazzi che stiamo sostenendo negli studi universitari".

L’attenzione verso i giovani la esprimete anche attraverso la presenza dell’Associazione Giovani Credito cooperativoRomagnolo, cos’è esattamente e su quali progetti lavora?

"E’ una realtà che esiste da ormai 10 anni, aperta a tutti i soci e clienti della banca Credito cooperativo romagnolo fra i 18 e i 35 anni. Si tratta di un mezzo per consentire ai giovani di esprimersi in maniera propositiva, realizzare eventi e progetti, partecipare concretamente alla vita sociale del nostro istituto, responsabilizzando i ragazzi che hanno voglia di entrare nel mondo della cooperazione e comprendere le svariate sfaccettature della mutualità. Uno di questi progetti è ‘Accademia delle idee’, attualmente situata presso i locali di Cesenalab, uno spazio di coworking per giovani imprenditori under 35 che avviano la loro attività. Abbiamo promosso di recente 4 eventi formativi intitolati "Cocktail online - Informalmente formativo" guidati da Paolo Manocchi, in collaborazione con Confartigianato con l’obiettivo di attivare le "3C" che aiutano a fare la differenza nella vita: curiosità, conoscenza e coscienza".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?