LUCA RAVAGLIA
Cronaca

L’ondata di maltempo. Il vento sradica alberi e abbatte recinzioni. Danni a edifici e auto

Decine di interventi di vigili del fuoco e polizia locale. Preoccupazione anche per l’alto livello dei corsi d’acqua,. Il Savio ha superato di poco l’argine nella zona di Roversano.

L’ondata di maltempo. Il vento sradica alberi e abbatte recinzioni. Danni a edifici e auto

L’ondata di maltempo. Il vento sradica alberi e abbatte recinzioni. Danni a edifici e auto

La pioggia battente e il vento forte ora a Cesena mettono sempre paura. E’ normale che sia così, a pochi mesi di distanza dall’alluvione e con le drammatiche immagini dalla Toscana. Toccherà di nuovo a noi? Per fortuna non ora, anche se nella notte tra sabato e domenica e durante praticamente tutta la giornata di ieri, la natura è tornata a far sentire un assaggio della sua rabbia anche nell’area cesenate, mettendo in ambasce tante persone, in particolare quelle che vivono vicino al fiume Savio. In effetti nell’arco della giornata sono state decine gli interventi effettuati dalle forze dell’ordine per garantire la sicurezza alle persone e alle proprietà, tra alberi caduti e rami pericolanti, sempre tenendo costantemente monitorato il livello dei corsi d’acqua, che si sono gonfiati come era prevedibile dopo la notte di forti piogge, restando in ogni caso quasi ovunque nell’ambito dell’area di sicurezza. Con qualche eccezione, come per esempio quella registrata nella mattinata nella zona di Roversano, dove il Savio è uscito da un argine (rientrando nelle ore successive) e portando con sé vari detriti scesi fino a valle. In città invece l’osservato speciale resta il Ponte Nuovo. Qualche ramo è stato notato incagliarsi sotto le arcate, ma pure in questo caso il margine di sicurezza è stato garantito, anche perché nel corso della giornata la portata dell’acqua si è ridotta. E’ andata diversamente invece in relazione al vento, le cui forti raffiche si sono susseguite fino a sera, causando diversi danni, fortunatamente senza coinvolgere persone.

In tutta l’area provinciale hanno operato undici squadre dei vigili del fuoco, chiamate a effettuare un centinaio di interventi volti a rimettere in sicurezza strade sulle quali si erano abbattuti alberi, pali telefonici danneggiati ed elementi pericolanti riscontrati in particolare nelle parti alte di alcuni edifici. Fin dalle prime ore della giornata, anche gli agenti della polizia locale di Cesena hanno presidiato il territorio, raccogliendo le segnalazioni dei cittadini. Il primo intervento è stato effettuato intorno alle 11 in via don Minzoni, in seguito alla caduta sulla strada di un grosso albero sradicato dal vento. Ulteriori interventi sono stati eseguiti nelle vie Garampa ed Europa per rami pericolanti; in via Natale Dell’Amore, dove il vento ha divelto la recinzione di un cantiere e in via Barbotto, dove la strada è stata chiusa al traffico a seguito della caduta di un arbusto.