Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
16 giu 2022

Mascherine in classe, i presidi restano cauti

Si va verso la fine dell’obbligo ma permane la raccomandazione. Negli istituti si attendono ancora disposizioni chiare

16 giu 2022
elide giordani
Cronaca
Studenti delle superiori con la mascherina in classe (repertorio)
Studenti delle superiori con la mascherina in classe (repertorio)
Studenti delle superiori con la mascherina in classe (repertorio)
Studenti delle superiori con la mascherina in classe (repertorio)
Studenti delle superiori con la mascherina in classe (repertorio)
Studenti delle superiori con la mascherina in classe (repertorio)

di Elide Giordani

In attesa di una circolare che sciolga ogni dubbio. Nel giorno in cui cade l’obbligo delle mascherine per i luoghi pubblici, la maggior parte dei dirigenti scolastici del Cesenate attende di sapere come comportarsi con i ragazzi che affrontano gli esami di maturità (che inizieranno il 22) che quelli della terza media (in corso). Ci sono auspici e indirizzi già chiari ma al momento l’impiego delle mascherine non è stato soppresso. "Abbiamo seguito il confronto tra i ministeri della Salute e dell’Istruzione ma la circolare esplicativa non è ancora arrivata" ripetono tutti. Dunque, su la mascherina, il cui effetto coprente va ad aggiungere calore alle temperature estive e all’emozione del momento che, si sa, non è refrigerante. Si fa strada la raccomandazione se, come pare, l’obbligo sarà soppresso. Liberi ma con cautela, dunque.

"Aspettiamo indicazioni dal consiglio dei ministri - ribadisce il professor Giuseppe Messina, dirigente dell’istituto professionale Versari-Macrelli -. Ci atterremo a quanto disposto e non siamo preoccupati che l’impiego facoltativo possa far crescere le occasioni di contagio. In questo momento gli studenti presenti sono pochi e ci sono aule e spazi sufficienti per il distanziamento. Ovviamente spiegheremo la differenza se la misura sarà solo raccomandata". "Al momento è ancora un obbligo - commenta la professoressa Luciana Cino, dirigente dell’Istituto Tecnico Agrario -, magari fosse già chiaro che vale solo la raccomandazione. C’è un provvedimento amministrativo che lo impone, ci vorrà una disposizione pari grado per cambiare lo stato attuale, e spero vivamente che qualcuno si ravveda. Ormai sia al cinema che nei supermercati non è più obbligatoria, il buonsenso consiglierebbe di fare altrettanto nelle scuole. Gli ambienti sono arieggiati e l’affollamento non è certo quello delle lezioni ordinarie". "Si stanno svolgendo gli esami per le terze medie in questo momento - aggiunge Sabrina Rossi, dirigente dell’istituto comprensivo di Longiano - e i ragazzi sono molto ligi alle regola, quindi tutti con la mascherina e se anche dovesse trovare conferma l’orientamento facoltativo noi consiglieremo di tenerla. Preferiamo essere cauti. Va tenuta per i 30 minuti del colloquio, non è una grande sacrificio. I bambini poi si adeguano al rispetto degli altri anche prima degli adulti. Non possiamo permetterci la diffusione del virus tra i commissari che porterebbe al blocco degli esami e ad un trascinamento delle prove per tutta l’estate". Pro volto libero da parte del professor Francesco Di Girolamo dirigente della media Arfelli di Cesenatico: "Siamo in attesa, ma se le tolgono ben volentieri ci adegueremo. Sarebbe la scelta più opportuna". "Ancora non abbiamo ricevuto note ufficiali - dice il professor Nicola De Marco della scuola media Via Pascoli e Calisese - faremo quanto indicato senza sbilanciarci".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?