Cesenatico, 10 settembre - Ore di concitazione oggi a ridosso di pranzo a Villamarina, per un malore fatale che ha colto un turista svizzero di 83 anni. Dopo avere pranzato l’uomo, a Cesenatico con la moglie e un gruppo di villeggianti suoi connazionali, è entrato in acqua per fare il bagno davanti al Bagno Davide 34, ma dopo avere fatto venti metri in acqua si è accasciato. Se ne è accorto il bagnino di salvataggio, Davide Pedrelli, che ha chiamato in aiuto due suoi colleghi, Matteo Montacuti e Alberto Dall’Ara.

Il turista è stato portato a riva, allertando 118 e auto medicalizzata. I tre bagnini di salvataggio gli hanno praticato la rianimazione cardiopolmonare, hanno usato il defibrillatore che però ha dato segni del tutto negativi dagli esami facendo notare che il cuore era fermo e non batteva più.

Loro hanno continuato a rianimarlo con tutte le forze ancora per mezz’ora, insieme al personale del 118 e al medico. Ma non c’è stato nulla da fare: l’uomo è morto sul posto. Sul posto sono arrivati anche gli uomini della Capitaneria di Porto di Cesenatico. La salma è stata coperta da un telo e protetta da un ombrellone per avitare gli scatti dei soliti macabri curiosi ed è stata poi portata nella camera mortuaria dell’ospedale Bufalini di Cesena per le formalità di rito.