"Novello, i lavori sono sempre fermi"

Lavori fermi nel cantiere Novello a Cesena da mesi, con voci di problemi strutturali e ritardi. Interrogazioni dei consiglieri Lega per chiarimenti sulla situazione e sulle risorse pubbliche impiegate.

"Bocche cucite sullo stop dei lavori nel cantiere Novello che si protrae da mesi. Già il 3 ottobre 2023 presentammo un’interrogazione per saperne di più visto che giugno 2024, data fissata dall’amministrazione Lattuca per il fine lavori, si sta avvicinando. Un capolavoro di ambiguità la risposta ricevuta circa un mese dopo dall’assessore Cristina Mazzoni, che tuttavia ammetteva la revisione dell’organizzazione dei lavori e i ritardi, prevedendo un riavvio del cantiere entro poche settimane. Ripresa dei lavori che non è avvenuta mentre sono sempre più insistenti le voci che circolano in città di gravi problemi strutturali alle costruzioni causati da errori progettuali. Di conseguenza si sarebbero rese necessarie revisioni alla progettazione, mentre la ditta che eseguiva i lavori sarebbe stata destinata ad altri cantieri fuori regione". Così in una nota i consiglieri comunali della Lega Antonella Celletti e Fabio Biguzzi. "Abbiamo quindi presentato una nuova interrogazione che auspichiamo riceva risposte chiare e puntuali. La storia del nuovo Quartiere Novello è ormai ventennale: il comparto, secondo la visione delle varie Giunte Pd, era destinato a diventare il fulcro della progettazione urbanistica di Cesena. Pur grandemente ridimensionato in ampiezza nel corso degli anni, per il sindaco Enzo Lattuca il ‘Novello’ avrebbe rappresentato ‘l’architrave del nostro piano casa’ (7 dicembre 2019) e ‘una risposta concreta all’emergenza casa’ (Cesena sulla buona strada – maggio 2022). Ad oggi, tuttavia, l’architrave sembra non reggere e non ci sono risposte concrete all’emergenza abitativa. La situazione ci preoccupa e per questo è necessario vederci chiaro. Vogliamo capire se e quando riprenderanno i lavori, a chi si debbano ascrivere gli eventuali errori di progettazione e quali iniziative a questo proposito intendano assumere la Giunta e gli altri soggetti promotori. Sarebbe anche importante conoscere l’entità delle risorse pubbliche riversate nell’impresa fin dal lancio del concorso internazionale di idee".