Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
1 giu 2022

Nuova ordinanza balneare, più libertà e meno restrizioni

Ci saranno più ombrelloni, le notti dei fine settimana le spiagge verran illuminate e si allungheranno gli orari di fruizioni degli spazi pubblici

1 giu 2022
Oggi va in vigore la nuova ordinanza
Oggi va in vigore la nuova ordinanza
Oggi va in vigore la nuova ordinanza
Oggi va in vigore la nuova ordinanza
Oggi va in vigore la nuova ordinanza
Oggi va in vigore la nuova ordinanza

di Giacomo Mascellani

Oggi entra in vigore la nuova ordinanza balneare 2022, che presenta interessanti novità per la sicurezza e soprattutto meno restrizioni rispetto alle ultime due estati, penalizzate dall’emergenza sanitaria. Non siamo più in emergenza e questo consente di installare più ombrelloni nelle zone a maggiore erosione (Valverde, Villamarina e Ponente), dove sarà concesso il limite degli 11 metri, per garantire a tutti i turisti un ombrellone e risolvere uno dei problemi più sentiti nelle ultime due estati, quando nelle settimane clou non c’erano sufficienti ombrelloni per soddisfare le richieste; la distanza minima fra i paletti è comunque di 3 metri. Nelle altre spiagge di Cesenatico centro e Levante, la superficie minima per ogni ombrellone rimane a 12 metri quadrati, questo perché gli stessi balneari hanno deciso di piantare meno ombrelloni per dare maggiore comfort ai bagnanti. Nell’ordinanza balneare firmata dal sindaco Matteo Gozzoli, dopo gli incontri con i sindacati e le categorie economiche con in testa la Cooperativa stabilimenti balneari, è stato affrontato anche il problema della sicurezza e per la prima volta è stato deciso di illuminare la spiaggia tutte le notti di sabato, domenica e festivi, per rendere la vigilanza e i controlli più efficaci. Questo è molto apprezzato, tuttavia si dovrebbero contestualmente illuminare a giorno anche le zone dove si registrano risse, episodi di violenza, furti e rapine, che sono i Giardini al Mare, piazza Andrea Costa e la parte buia a ridosso del molo di Levante.

Con l’addio all’emergenza sanitaria si estendono anche gli orari di fruizione degli spazi pubblici: Nelle spiagge libere l’accesso è consentito dalle 7.30 del mattino alle 24 e non più soltanto sino alle 22, mentre l’accesso ai cani alla spiaggia è consentito dalle 6 alle 8.30 e dalle 19 alle 22, mezz’ora in più.

È confermato il divieto di accesso in spiaggia oltre l’orario di apertura degli stabilimenti balneari, e comunque dall’una alle 5 di notte, fatta eccezione per gli eventi autorizzati nel rispetto dei protocolli di sicurezza e delle ordinanze in vigore. Per contrastare l’inquinamento ed eliminare il più possibile la plastica dalle spiagge, a partire dal 15 luglio gli stabilimenti balneari, i bar e i ristoranti, potranno utilizzare esclusivamente bicchieri, cannucce e sacchetti monouso biodegradabili o compostabili, dotandosi dei necessari contenitori per la raccolta differenziata. Per quanto riguarda le feste in spiaggia, ciascuno stabilimento balneare ne potrà organizzare una alla settimana, più un’altra da comunicare almeno sette giorni prima, in collaborazione con un’associazione. Tra le conferme classificate nelle ’buone maniere’, c’è il divieto di fumo lungo la battigia.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?